Il pigiama di cotone è l'opzione migliore per la notte
Il pigiama di cotone è l'opzione migliore per la notte

Scegliere l’abbigliamento giusto per la notte non è semplice. Il rischio è sempre quello di avere caldo o freddo, scoprirsi e raffreddarsi mentre si dorme o scegliere dei materiali che non sono ideali per la nostra pelle. Cosa scegliere dunque per “vestirsi” di notte? Dal pigiama in cotone alle camicie da notte e baby-doll di pizzo, qual è l’outfit ideale per dormire bene?

Tessuti ideali per il riposo

Dormire bene passa anche – e soprattutto – dal tipo di tessuto che si sceglie per l’abbigliamento notturno. Le proposte in commercio sono tantissime e non è sempre facile scegliere la migliore. Partiamo da una certezza: il cotone. Non esiste una fibra migliore per gli outfit della notte: questo materiale, leggero e morbido, si adatta alla perfezione al corpo, garantendo la giusta protezione senza creare irritazioni alla pelle. Proprio per la sua neutralità può essere utilizzato senza problemi direttamente sulla pelle. Da evitare assolutamente invece la lana e l’acrilico, materiali che raschiano la pelle. Il rischio è quello di passare la notte girandosi nel letto. Discorso a parte meritano lycra, nylon e pizzo, spesso utilizzati per gli outfit più sexy. Possono andare bene per una notte particolare, ma utilizzarli tutti i giorni non è il massimo perché per la loro natura tendono ad essere stretti e aderenti e non permettono al corpo di traspirare bene.

Che tipo di outfit scegliere

Può sembrare banale ma non esiste outfit migliore del pigiama per dormire sereni. Un abbigliamento con maglia e pantaloni (sia corti che lunghi) è infatti ideale per passare una notte tranquilla e non raffreddarsi. Il rischio, se ci si veste troppo o troppo poco è quello di scoprirsi e quindi raffreddarsi in entrambi i casi, dato che la temperatura cambia nel coprso della notte. Se soffrite parecchio il caldo (anche in inverno con i riscaldamenti) e volete quindi dormire con meno indumenti addosso, indossate una t-shirt a maniche corte: eviterà di farvi prendere tutta l’umidità della stanza da letto e, quindi, un raffreddore al mattino. Se siete invece delle persone particolarmente freddolose un valido aiuto potrebbe essere quello di dormire con delle calze (meglio se di cotone), i piedi sono sempre tra le parti del corpo che si raffreddano con più semplicità.