Gli otto designer di Moncler Genius

Milano, 14 febbraio 2018 - Arriva dall'America e dal sito di Business of Fashion, come dal quotidiano online di moda WWD, la notizia più attesa della prossima edizione di Milano Moda Donna che si apre il 20 febbraio prossimo. Quella sera nei padiglioni della vecchia Fiera in Piazza VI Febbraio si svelerà Moncler Genius, la nuova creatura di Remo Ruffini, presidente e Ceo della griffe dei mitici piumini, dopo la fine della lunga collaborazione stilistica con Thom Browne per l'uomo e Giambattista Valli per le collezioni femminili. Ora con Moncler Genius scenderanno sul palcoscenico del fashion internazionale di Milano Moda Donna (dopo che l'azienda ha deciso di lasciare le sfilate di Parigi) ben otto menti creative, ciascuna delle quali lavorerà con la propria individualità e il proprio stile, ma che insieme daranno vita alla nuova identità, una e molteplice, di Moncler. Una unica casa per un insieme di talenti, ognuno diverso dall'altro e proprio per questo adatti a dare una energia nuova e vibrante al brand di Ruffini che in alcuni anni si è trasformato da marchio esclusivamente sportivo a attore primario del fashion e del lusso.

E saranno otto le collezioni, uomo e donna, che verranno presentate la sera del 20 febbraio, in apertura di Milano Moda Donna, dedicate all'autunno-inverno 2018/19 che, secondo una tempistica più rapida rispetto al passato, saranno consegnate subito dopo il momento collettivo a boutique e pop up store ciscuna con eventi di lancio individuali e dedicati, con appuntamenti variabili come impone la nuova cultura digital e social, sempre più legata a Instagram. Moda sempre più veloce e connessa, collezioni fast e in continua evoluzione per stuzzicare l'interesse dei consumatori. Tutto si ripeterà di nuovo a settembre con la presentazione delle collezioni estive nell'ambito della fashion week, con una reunion di tutti i creativi e la seconda presentazione d’insieme. L'obiettivo, per il gruppo che ha archiviato i primi nove mesi del 2017 con vendite per 736,8 milioni di euro (+15%) e che è costantemente premiato dalla Borsa, è di andare oltre le stagioni, accorciare i tempi, affidandosi a grandi talenti creativi. Una sfida mai vista nel sistema, un atto di coraggio, un progetto visionario e affascinante. 

Nel Moncler Genius building, lavoreranno stilisti di varia provenienza e diverse esperienze, volti nuovi o personalità galattiche come Pierpaolo Piccioli che è il direttore creativo di Valentino, Karl Templer (1952), Sandro Mandrino (Mocler Grenoble), Simone Rocha, Craig Green, Kei Ninomiya (Noir), Hiroshi Fujiwara (Fragment), Francesco Ragazzi (Palm Angels).

 

Nella foto, da sinistra verso destra

1° riga

Moncler Pierpaolo Piccioli 
Moncler Simone Rocha 
Moncler Noir – Kei Ninomiya 

2° riga

Moncler 1952 – curated by Karl Templer 
Moncler Fragment – Hiroshi Fujiwara
 

3° riga

Moncler Grenoble – Sandro Mandrino
Moncler Craig Green
Moncler Palm Angels – Francesco Ragazzi