Carlo Capasa, presidente della Camera della Moda
Carlo Capasa, presidente della Camera della Moda

Milano, 14 gennaio 2022 - Al via oggi la Milano Fashion Week Uomo, ovvero la settimana della moda maschile. Dal 14 al 18 gennaio 2022 i brand presenteranno le collezioni per l'Autunno-Inverno 2022-23. Diverse le modifiche in calendario e anche le regole di sicurezza per via della situazione epidemiologica del Covid. 

"La moda c'e' e va avanti, con coraggio e creativita'. Dobbiamo mantenere la leadership dell'Italia nel mondo della moda, anche trovando altre soluzioni per raccontare quello che facciamo, come avviene" per le sfilate con questo "mix di digitale e fisico". E' quanto ha detto all'Agi il presidente della Camera nazionale della Moda italiana, Carlo Capasa, che tuttavia non nasconde l'incidenza che la nuova ondata di Covid sta avendo sulle sfilate milanesi. In questa Week, ha spiegato "saranno 16 le sfilate in presenza; 23 presentazioni fisiche e presentazioni su appuntamento; se li sommiamo ai 7 eventi in presenza, siamo a 46 appuntamenti dal vivo, contro i 18 contenuti digitali".

Numeri questi ultimi che sono saliti insieme alla curva dei contagi. Gia' la settimana scorsa Giorgio Armani ha fatto sapere di aver cancellato le sfilate uomo di Emporio Armani e Giorgio Armani autunno/inverno 2022/23. Una decisione "presa a malincuore" dallo stilista ma necessaria "in considerazione del peggioramento della situazione epidemiologica". Altri, come il noto brand JW Anderson hanno fatto la stessa cosa anche se per motivi diversi: ha annullato la sfilato per problemi legati alla logistica, trasformandola in digitale. "Ma ci sono anche alcuni brand - ha aggiunto il presidente della Cnmi, Capasa - che nella stessa giornata hanno un evento digitale e una presentazione aperta al pubblico. Ed e' la prima volta che accade che abbiamo in calendario lo stesso brand con un evento digitale e fisico". 

La nuova ondata di contagi ha un'incidenza "soprattutto sugli arrivi. Rispetto a 15 giorni fa quando avevamo tantissime conferme, qualche cancellazione c'e' stata da Usa ed Est Europa, per problemi logistici e paura del viaggio". "Ma noi, e Firenze, teniamo botta - ha sottolineato - , cerchiamo di andare avanti e dare un messaggio positivo, di bilanciare l'esigenza di garantire la sicurezza degli operatori e dall'altro lato quella di non fermare la seconda industria del nostro paese che esporta 70 miliardi all'anno, verso il resto del mondo e impiega 1 milione e 200 mila persone tra industria e terziario". E i conti continuano a migliorare. "Dopo aver perso 24 dei 100 mld di fatturato nel 2020, nel 2021 ne abbiamo recuperati 16 e quest'anno contiamo di recuperarne altri 8. Abbiamo trovato - conclude Capasa - modalita' diverse per reagire e non perdere il mercato".

Tutti gli eventi in calendario potranno essere seguiti su www.milanofashionweek.cameramoda.it , la piattaforma digitale di Camera Nazionale della Moda Italiana, che ospitera' anche l'ottava edizione del Fashion Film Festival Milano, mentre la prima visione del film "Elio Fiorucci - Free Spirit", prevista per lunedi' 17 gennaio, e' stata rimandata alla Milano Fashion Week Women's Collection di febbraio.