Milano, 21 febbraio 2017 - Sotto la scure dello sciopero dei taxi e della battaglia contro Uber, parte domattina col primo defilè di Grinko la fashion week milanese che porterà in città 15.000 visitatori specialissimi richiamati dalle collezioni per l'autunno inverno 2017-2018 dei principali brand del made in Italy che si sfideranno con 70 sfilate, 88 presentazioni e 37 eventi di grosso richiamo, E' l'ora vip e super fashion di Milano Moda Donna che domani alla Scala farà il punto sulla sostenibilità e il mondo della moda che deve necessariamente affrontare il cambiamento con il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana Carlo Capasa e con Livia Firth, da tempo impegnata in questo settore. Da oggi fino al 27 febbraio i nuovi trend, partendo oggi col defilè di Gucci che manda in passerella uomo e donna insieme (e per invito ha fatto un 33 giri) a Giorgio Armani che chiuderà lunedì prossimo la kermesse. 

Si tratta di un'edizione di transizione, prima degli importanti cambiamenti che avranno luogo dal prossimo settembre, quando avverrà la riunificazione delle date dei saloni e della fashion week, per creare un forte momento sinergico per tutte le realtà del sistema, con Milano capitale assoluta del fashion, come ha stabilito il viceministro allo sviluppo economico Ivan Scalfarotto al tavolo della moda con il Comune di Milano e Camera Moda e tutte le istituzioni del settore.
Tra le new entry  in calendario spicca il nome di Vionnet, marchio di proprietà di Goga Ashkenaziche lascia Parigi per Milano: la sfilata è prevista per la sera del 24 febbraio, mentre Albino D'Amato, head designer della maison parigina, sarà presente a Milano anche con la sfilata della sua collezione Albino Teodoro (fuori calendario domenica 26).

 Tra gli assenti Giambattista Valli, che a pochi giorni dall'inizio della manifestazione ha cancellato la sfilata di Giamba dal calendario, originariamente prevista nella giornata di venerdì 24 febbraio.
Tra i debuttanti molti stilisti con gli occhi a mandorla, da Annakiki della giovane Anna Yang, ad Angel Chen in veste di marchio protagonista dell’International Designer Exchange Program di Mercedes Benz e Xu Zhi, ospite all’Armani/Teatro. Altri debuttanti sono Calcaterra e, dalla Georgia, Situationist, special guest del salone White.

Tra le nuove location messe a disposizione dal Comune per Milano Moda Donna spicca lo Spazio Cavallerizze al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, con una sala sfilata e due sale presentazioni. Tra gli show programmati nella location di via Olona ci sono Lucio VanottiSimonetta Ravizza Ricostru.

Tutta la città in questi giorni ruota intorno alla moda donna: le otto vetrine de La Rinascente di Piazza Duomo sono tutte dedicate allo stile di Ermanno Scervino, tanti i cocktail e le paparazzate per l'arrivo in città di bellezze mozzafiato come stasera Emily Ratajkowski da Twinset Simona Barbieri, e poi sono attese Gigi Hadid alla Rinascente per la capsule con porta ll suo nome con Tommy Hilfiger, sua sorella Bella Hadid testimonial per Bulgari.