Marco Bizzarri riceve il Fiorino d'oro (Pressphoto)
Marco Bizzarri riceve il Fiorino d'oro (Pressphoto)

Firenze, 25 giugno 2018 - Firenze per mano del Sindaco Dario Nardella ha premiato sabato sera, sul sagrato di San Miniato a Monte, uno dei manager più importanti della moda internazionale, ambasciatore dei successi del Made in Italy nel mondo, Marco Bizzarri presidente e Ceo di Gucci marchio fondato proprio in riva all'Arno nel 1921 e oggi di proprietà del Gruppo Kering di Francois Henry Pinault.

Marco Bizzarri, che a dicembre scorso è stato decorato anche con la Légion d'Honneur dalla Presidenza della Repubblica Francese, è l'artefice del portentoso rilancio mondiale di Gucci che ha "steso" tutti i concorrenti del mondo del lusso con la genialità del direttore creativo Alessandro Michele e l'esperienza e il coraggio imprenditoriale del presidente e Ceo del marchio che ha portato a raggiungere nel 2017 un fatturato di 6 miliardi e 200 milioni di euro.

Un rilancio iniziato dalla nomina a presidente di Gucci dal 2015, frutto di una esperienza solidissima sempre nel segmento del luxury in Stella McCartney e poi in Bottega Veneta, dopo la laurea in Economia a Modena e un'infanzia e giovinezza passata a Rubiera (Reggio Emilia) dove Bizzarri è nato nel 1962.

Oggi la Gucci occupa nel mondo 13.000 addetti. Sotto la guida di Bizzarri il legame con Firenze si è andato rinsaldando e potenziando prima col progetto Primavera di Boboli con lo stanziamento di una donazione di 2 milioni di euro per il restauro del giardino mediceso, poi l'anno scorso con la collezione Cruise alla Galleria Palatina e da gennaio scorso con l'apertura del Gucci Garden in piazza della Signoria e della Gucci Garden Galleria. Per non dire della sede principale di Gucci a Casellina, dei tanti laboratori in esclusiva e della recente apertura del Gucci ArtLab. Con Bizzarri, che ha partecipato alla cerimonia del Fiorino d'Oro insieme alla moglie Maristella Levoni, sono stati premiati tra gli altri anche Dacia Maraini, Caterina Bellandi, Gianni De Magistris.

"Ricevo molto volentieri questa onorificenza - ha detto Marco Bizzarri - a nome delle 13.000 persone che lavorano in Gucci nel mondo, dei 2000 di Firenze e provincia, e dei nuovi assunti  di cui siamo molto fieri. E ringrazio il Sindaco Nardella per averci tolto ogni ostacolo in questi anni per favorire i nostri investimenti, per il bene di Firenze e dei fiorentini".