Come scegliere i pennelli per il trucco perfetto
Come scegliere i pennelli per il trucco perfetto

Chi inizia ad usarli non riesce più a farne a meno: parliamo dei pennelli per il make-up. Anche se c’è chi è abituato a truccarsi con le mani e pensa di poterne fare a meno, se inizi ad usarli non puoi non apprezzare quanto sia più semplice stendere i prodotti e creare quindi effetti più strutturati. Da quello per stendere il fondotinta a quello per blush e ombretto, scopriamo tutti i pennelli che non devono mai mancare nel beauty case.

 

Perché tenere in ordine i trucchi

Chi è abituato a truccarsi con le mani troverà sicuramente scomodo utilizzare i pennelli per il make-up. Bisogna portarli nel beauty anche nei viaggi e – soprattutto – lavarli frequentemente per ottenere una massima resa e non permettere che si accumuli polvere. Una volta provati, però, sarà quasi impossibile tornare indietro. I vantaggi per il make-up sono moltissimi, dalla facilità di stendere il prodotto alla maggiore precisione nei dettagli del trucco. Scegliere i pennelli giusti – per ogni zona del viso, degli occhi e della bocca e per ogni prodotto beauty - è però indispensabile per farli rendere al massimo.

 

I pennelli per il trucco del viso

Iniziamo con i pennelli che bisogna usare quando si trucca il viso. Per il fondotinta, ad esempio, è preferibile utilizzare quelli piatti o leggermente inclinati, picchiettando il prodotto con movimenti rapidi e circolari. Per stendere il blush, il consiglio è quello di usare un pennello piatto e arrotondato, in modo da stendere il blush con facilità sia sulle gote che sugli zigomi. Un pennello abbastanza piccolo va utilizzato invece per il contouring, uno grande – al contrario – per la cipria. Chi volesse ottenere un effetto illuminante può optare per un pennello cosiddetto “a ventaglio”, da passare sugli zigomi e definire il trucco prima di ultimarlo.

 

I pennelli per il trucco degli occhi

Per applicare l’ombretto è indispensabile un pennello piatto “a lingua di gatto”, perfetto per assorbire il colore e le polveri e trasferirli con facilità sugli occhi. Un pennello con le setole morbide e lunghe, di quelli che si restringono verso la punta, è da utilizzare invece per creare le sfumature che preferite sulle palpebre. Per l’eyeliner ci sono pennelli appositi, detti a penna, con setole molto dense o la punta in silicone per disegnare una riga perfetta.

 

I pennelli per il trucco della bocca

Forse non è noto a tutti, ma anche il rossetto andrebbe applicato con un pennello, non solo perché è più semplice, ma anche per creare sfumature che danno profondità alla forma della bocca e per riuscire a stendere il prodotto in maniera uniforme sulle labbra. Per il contorno della bocca potete utilizzare un pennello con setole piatte e molto compatte, ideale per i lavori di precisione del make-up.