Lavinia Biagiotti Cigna sulla Scala Cordonata del Campidoglio
Lavinia Biagiotti Cigna sulla Scala Cordonata del Campidoglio

Roma, 5 agosto 2020 - Un palcoscenico straordinario e unico al mondo per il nuovo Rinascimento della moda. È’ quello del Campidoglio con la sua piazza da incanto scelto da Lavinia Biagiotti Cigna, proprietaria e direttore creativo del brand fondato più di cinquant’anni fa da sua madre Laura Biagiotti e divenuto con l’acume e la bravura del padre Gianni Cigna un marchio internazionale con profonde radici italiane, in particolare modo romane, per presentare la collezione dell’estate 2021. Per una volta si lasciano le passerelle milanesi per questo tributo a Roma per una sfilata che si annuncia memorabile. Il Gruppo Biagiotti infatti ha restaurato la Scala Cordonata del Campidoglio disegnata da Michelangelo e i Due Dioscuri che la custodiscono. 

La vocazione internazionale del brand Biagiotti, primo marchio italiano a sfilare in Cina nel 1988 e in Russia nel 1995, si coniuga con il forte legame con il territorio, quella Roma in cui Laura e Lavinia Biagiotti hanno sempre vissuto, lavorato, immaginato e prodotto collezioni e progetti, realizzato importanti collaborazioni di mecenatismo.

Sfilare in Piazza del Campidoglio, con un format innovativo, sul mirabile disegno di Michelangelo, mostra che la moda, come Roma, ruota attorno a qualcosa che supera le generazioni e i secoli, li plasma e li ricrea, in un Rinascimento senza fine.  

“Abbiamo pensato più che altro a restituire, a conservare capolavori irripetibili anche per superare il senso di impermanenza della moda: le pietre vanno oltre - dice Lavinia Biagiotti Cigna, presidente e Ceo di Biagiotti Group -.  Noi combattiamo sempre contro il tempo e in fondo la moda è un foglio bianco sul quale disegnare il futuro. La storia della nostra azienda e quella della nostra famiglia sono intrinsecamente legate a Roma, in un gioco di rimandi tra etica e estetica, che ricorda quello delle grandi famiglie rinascimentali. Il nostro amore viene rappresentato dal profumo Roma di Laura Biagiotti, diventato nel tempo una fragranza iconica amata da milioni di donne e uomini in tutto il mondo. E proprio il successo di Roma ci ha permesso di essere tra i primi della moda a realizzare un grande restauro nella Città Eterna”. E aggiunge: “Ringrazio infinitamente la sindaca di Roma, Virginia Raggi, e le istituzioni che in uno scenario complesso quale l’attuale hanno accolto con slancio il progetto di ospitare la sfilata Laura Biagiotti sulla Piazza del Campidoglio. Un palcoscenico internazionale per un evento fortemente legato a Roma e ai suoi valori, sostenuto da un grande senso di responsabilità nel prendersi cura delle persone e del territorio. Siamo stati iprimi a sfilare a porte chiuse lo scorso febbraio agli inizi della pandemia, per tutelare collaboratori, addetti ai lavori e ospiti. Ora stiamo lavorando per ritrovarci e rinascere in una delle piazze più belle del mondo, seguendo le regole di sicurezza previste dai protocolli, con un format che coniuga fisico e digitale, e che mette in scena in una narrazione in divenire, da Roma alla Fashion Week di Milano. Per testimoniare sempre che la moda non è solo spettacolo o appuntamento ma anche e soprattutto forza propulsiva della nostra economia", conclude Lavinia Biagiotti Cigna.