Velocità e qualità. Garanzia di un prodotto Made in Italy perché i laboratori per la produzione di maglie e abiti in tessuto sono in massima parte a Bologna. Questi i segreti di un marchio vincente che ha saputo conquistarsi stima e fiducia in poco più di vent’anni, con costanza, giusta ambizione ed energia creativa. Nulla sfugge tra le tendenze del momento al team stilistico interno capitanato da Federico Ballandi, fondatore e presidente di Kontatto, che adora fare ricerca nei mercati del mondo e ora che la pandemia permette meno spostamenti ne sente davvero la mancanza. Ballandi ha due soci, Gianluca Goldoni e Stefano Trecchi che curano la produzione, con particolare attenzione alla maglieria, focus principale del brand.

"Siamo vicini ai desideri delle donne – spiega Federico Ballandi – anche in questi momenti difficili. Nonostante tutto, i nostri clienti hanno ritirato gli ordini e sono rimasti soddisfatti delle nostre proposte, la nostra chiarezza nel rapporto prezzo-qualità ci premia. E poi c’è l’e-commerce che ci ha portato ricavi a livello di un negozio fisico in una grande città. Da due anni siamo sempre in crescita".

La collezione ora in vendita si chiama “Giardini d’inverno”, inno allo stile natural-chic per i colori e le fibre utilizzate, specie i cappotti in caldo mohair o la maglieria decorata con eleganti frange che ricordano quelle raffinate di antichi corredi, con una campagna scattata nel verde, un messaggio all’insegna della sostenibilità. Lane grosse, dolci e calde e carezzevoli, righe e quadri che ricordano lo stile classico di Ralph Lauren ma resi moderni dalle incursioni felici del maculato e dei trionfi floreali. Non mancano i fondi oro, per le occasioni speciali e ogni particolare e dettaglio nobile dei capi in maglia che sono i must e i più venduti. "Questa è la nostra storia – continua Ballandi – perché siamo nati con la maglieria e Kontatto ha queste lavorazioni di eccellenza nel suo Dna, tanto che si stanno interessando a noi e al nostro modello produttivo realtà importanti del retail di lusso". "La Factory Kontatto – conclude Ballandi – produce entusiasmo: la Russia continua a credere in noi e a investire, l’Italia ci conforta. Ora oltre ai quattro negozi che ci sono già, due a Bologna, uno a Milano e uno a Milano Marittima sto cercando una bella location anche a Firenze. E presto faremo una sfilata sensazionale, una vera sorpresa".