Giovedì 18 Luglio 2024
CEDITORIALI
Moda

In arrivo la London Craft Week

Workshop, esperienze, pop-up, mostre e conferenze. Nella capitale britannica torna il festival dell'artigianato

Le strade di Chelsea. Photo courtesy londoncraftweek.com

Le strade di Chelsea. Photo courtesy londoncraftweek.com

Giunta alla nona edizione, dall'otto al quattordici maggio la Craft Week torna ad animare Londra, attraverso un programma eclettico e variegato che presenta al pubblico le opere di oltre settecento artisti. Nel giro di una settimana, sono più di quattrocento gli eventi in programma, che si svolgeranno in diverse zone della città. Obiettivo della manifestazione è quello di presentare ai visitatori la creatività britannica e internazionale, attraverso un programma che mette in luce alcuni tra i creatori più interessanti dando la possibilità agli artisti di creare un contatto diretto con i consumatori più esigenti e le gallerie. Non solo, la settimana dell'artigianato permette a chiunque sia interessato di scoprire le idee e le tecniche che si nascondono dietro i prodotti in mostra così come offre la possibilità di apprendere nuove abilità, creando quindi una straordinaria rete di opportunità per professionisti e amatori.

Il tema di quest'anno

Il programma ha un'influenza particolare, dal momento che il festival prende il via subito dopo l'incoronazione ufficiale di Carlo III. Il tema della nona edizione della settimana dell'artigianato è dunque letteralmente un tema reale e racconterà le storie dell'artigianato che hanno preso parte al regio evento. Un esempio, la mostra alla Garrison Chapel che celebra la Prince's Foundation di Highgrove, con il progetto Highgrove in Harmony: Exploring a Royal Vision. Sempre in tema royal family, sarà anche possibile visitare l'atelier di Rachel Trevor Morgan, modista della defunta Regina Elisabetta.

I principali luoghi di esposizione

Come anticipato, il festival coinvolge diverse zone della città. Nella zona di South Kensington, a farla da padrone è il centro d'arte Cromwell Place dove la mostra Material Beings esporrà le opere di otto artisti contemporanei che stanno rimodellando i confini della creazione attraverso la scelta dei materiali che compongono le loro opere: dall'argilla al legno, passando per gli insetti. Sempre a Cromwell Place, da non perdere anche Imprints of Iran, una mostra che presenta le opere di tre giovani artisti iraniani. Nel quartiere di Chelsea, zona storicamente prediletta da artisti e bohémiens e centro del movimento Arts & Crafts, a farla da padrone saranno gli artigiani tra moda, grafica, gioielleria, pelletteria, ricamo. Dai marchi di lusso ai negozi indipendenti di King's Road, passando per gli specialisti della gastronomia e le botteghe ella pittoresca Pavilion Road, c'è da aspettarsi solo il meglio. A pochi passi, in Belgravia, protagonista della craft week è il Pimlico Road Design. Polo di ispirazione per il design e l'arredamento d'interni di alto livello, vale a dire il luogo perfetto per immergersi nella creatività. Tra le attività proposte, la possibilità di entrare nel mondo tessile da Bonadea con l'artista Natasha Hulse, di partecipare a una conferenza con Cleto Munari, noto per aver collaborato con Carlo Scarpa ed Ettore Sottsass, ma anche di assistere a una dimostrazione dal vivo da Tom Faulkner. Spostandoci verso King's Cross, ad attenderci c'è un intenso programma di eventi e mostre promosse da The Mills Fabrica, progetto nato nel 2018 a Hong Kong che punta sulle innovazioni tecnologiche in ambito techstyle e agroalimentare per la sostenibilità e l'impatto sociale, che sottolinea l'attenzione dell'evento alla sostenibilità. Immancabile poi, una visita alla Boutique Vivienne Westwood, che presenterà una mostra retrospettiva di corsetti d'archivio.

L'artigianato internazionale

Durante la craft week in mostra non c'è solo l'artigianato britannico. La creatività nazionale si sposa infatti con quella internazionale. Tra gli eventi in programma, presso l'Ambasciata d'Austria a Londra, al numero 18 di Belgrave Square, Meisterstrasse Handmade presenta una mostra che celebra il 150° anniversario dell'Esposizione Universale di Vienna del 1873. Nelle sale dell'Alta Commissione della Malesia, torna invece la Regina Azizah con "Abstract Nature", una mostra progettata e curata da Judith Clark e dall'architetto Ryan Cook, che illustra il ricco paesaggio culturale della Malesia attraverso le sue straordinarie tradizioni artigianali. Dalla Malesia si passa a Taiwan con la mostra ‘Colour Theatre: Taiwan Fibre Crafts’, presentata dall'Istituto nazionale di ricerca e sviluppo dell'artigianato di Taiwan (NTCRI).