Moda

FIRENZE  - La natura e l'ambiente sempre più importanti per la moda dell'infanzia. Così dopo aver lanciato in tempi non sospetti la sezione EcoEthic ecco che a Pitti Bimbo, che apre domani mattina gli stand fino a sabato per le collezioni da 0 a 14 anni per l'estate 2019, viene lanciata la “Charta Smeralda”, i dieci comandamenti per la tutela degli oceani promossa dalla One Ocean Foundation dello Yacht Club Costa Smeralda di cui è vicepresidente Riccardo Bonadeo. Una piattaforma di tutela dell'ambiente che certo si occuperà di insegnare le buone regole del mare fin dall'infanzia. Ed ecco che dopo la moda maschile con Pitti Uomo tornano gli appuntamenti di Pitti Immagine coi suoi saloni internazionali. Pitti Bimbo edizione numero 87 è in Fortezza con 572 collezioni di cui 351 che arrivano dall'estero. Si aspettano come per l'edizione analoga del giugno 2017 circa 5.300 compratori dal mondo e un totale di 10.000 visitatori. Si guarda come sempre alla qualità, al giusto rapporto col prezzo di collezioni che garantiscono eticità di produzione e materie prime controllate, voglia di materiali sostenibilità. Intanto in fiera tra gli stand si scatenerà la caccia alle novità per abbigliamento e accessori ma ora anche sempre più lifestyle e piccoli accessori per bimbi nel nuovo spazio Fancy Room al piano inferiore della Fortezza. Il comparto tiene nonostante in Italia si faccia molto sentire il calo della natalità, specie per la buona performance dell'export che ha fatto registrare un +5,9 % nel 2017. Il settore moda bimbo ha fatturato per 2,8 miliardi di euro, con un confortante +3,6%.

Aspettando i buyer che come la stampa specializzata vengono alle fiere fiorentine grazie all'incoming del Mise e dell'Ice, ecco le tante aziende di gran moda che sfornano collezioni per l'infanzia: al debutto Philosophy by Lorenzo Serafini e Alberta Ferretti Girl entrambe prodotte da Gimel, sempre più forte il gruppo Simonetta che propone Balmain Boy & girl e Lanvin boy, ritorna in pista la stilista Paola Montaguti che a Pitti Bimbo festeggia 25 anni di creatività, tornano Dolce e Gabbana e festeggiano le loro mini collezioni anche Dean e Dan Caten con Disquared2. Non manca anche stavolta Stefano Ricci Junior con le creazioni per il bambino assolutamente Made in Italy. Monnalisa, azienda aretina in grande lancio presieduta da Piero Iacomoni, organizza domani sera un Garden Party al Giardino Torrigiani, Ermanno Scervino Junior presenta le creazioni dedicate alle bambine, Dondup col presidente Matteo Marzotto approfittano della presenza della collezione baby a Pitti Bimbo per annunciare il ritorno in home della licenza.

di EVA DESIDERIO

Sport Tech Benessere Moda Magazine