Ferruccio Ferragamo (Foto Germogli)
Ferruccio Ferragamo (Foto Germogli)

Firenze, 8 marzo 2018 - Il consiglio di amministrazione della Salvatore Ferragamo SpA di ieri ha conferito i poteri di gestione ad interim come amministratore delegato al Presidente Ferruccio Ferragamo, dopo la conclusione del rapporto con Eraldo Poletto come ad del gruppo fiorentino. Il manager era arrivato a Firenze nell’agosto 2016, succedendo a Michele Norsa. E se si voleva cercare smentita migliore alle voci continue di vendita della Ferragamo non se ne poteva trovare di più solida, con il rinnovato impegno nella duplice posizione di Ferruccio Ferragamo che proprio al nostro giornale nei giorni scorsi ha dichiarato di essere intenzionato ad una bella riscossa, altro che pensare alla vendita dell’azienda. Perchè il progetto di bilancio di esercizio e il bilancio consolidato al 31 dicembre 2017 portano tutti segni negativi.

Ricavi scesi a 1.393 milioni di euro (-3,1% rispetto ai 1.438 del 2016), risultato operativo lordo (EBITDA) 249 milioni di euro (-23,3% rispeto ai 324 milioni di euro del 2016), risultato operativo (EBIT) 186 milioni (-28,6% rispetto ai 261 milioni del 2016, utile netto 114 milioni di eruo (-42,4% rispetto ai 198 milioni di un anno fa). Posizione finanziaria netta con liquidità di 127 milioni (in miglioramento di 135 milioni rispetto al’esercizio 2016.

A margine del consiglio in call con gli analisti il presidente Ferruccio Ferragamo ha ringraziato il dr Poletto "per il grande lavoro svolto" per aver avviato insieme un grande rinnovamento del nostro brand "lungo il quale proseguiremo". Il presidente ha aggiunto di essere già alla ricerca di un successore di Poletto, ancora non si sa se interno o esterno al Gruppo, certo non sarà un membro della famiglia. "Speriamo che arrivi presto e al momento giusto e che sia innamorato dell'azienda". Sulle voci insistenti di vendita Ferruccio Ferragamo è stato deciso e lapidario: "E' fuori discussione". Per il presidente il nuovo ad non dovrà operare grandi trasformazioni ma proseguire lungo il percorso di "innovation in continuation". "Spero che il mio periodo di interim sia breve", ha concluso Ferruccio Ferragamo "ora ci attendono nuove sfide, ma abbiamo grandi energie per raggiungere i traguardi che ci siamo posti".