Venerdì 19 Luglio 2024
EVA DESIDERIO
Moda

Emporio Armani, bagliori di luna e sguardo all’oriente. In passerella anche le nuove divise delle Olimpiadi

Lo stilista fa sfilare gli atleti azzurri che prenderanno parte ai Giochi di Parigi 2024. Sulla tuta da podio la scritta: “W l’Italia”

La sfilata di Emporio Armani (Ansa)

La sfilata di Emporio Armani (Ansa)

Milano, 18 giugno 2023 – Parata di atleti olimpici e paraolimpici alla sfilata di Emporio Armani, alla fine del defilé direttamente in passerella con le bandiere italiane con tanto orgoglio e tante speranze. Occhi lucidi tra il pubblico e Giorgio Armani in mezzo a questi giovani gagliardi e coraggiosi che sorride di contentezza. Come sempre il grande stilista che tutto il mondo ci invidia ha colpito nel segno, non solo con una collezione perfetta ispirata alla cultura giapponese ma letta con gli occhi del contemporaneo occidentale e senza nostalgie, ma per la coerenza di sapere ogni volta di rappresentare il meglio dell’Italia.

Gli atleti olimpici e paralimpici in passerella per Emporio Armani (Ansa)
Gli atleti olimpici e paralimpici in passerella per Emporio Armani (Ansa)

Ed eccole le divise EA7 Emporio Armani, Official Outfitter dell’Italia Team ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024, svelate ieri sera al termine della sfilata Emporio Armani per l’estate 2024 nel teatro di via Bergognone. Sei atleti olimpici e sei atleti paralimpici delle diverse discipline che parteciperanno ai Giochi hanno indossato sulla passerella dell’Armani/Teatro i capi creati appositamente per l’evento sportivo più importante del quadriennio olimpico e paralimpico. Paola Egonu, Simone Giannelli, Daniele Lavia, Sarah Fahr, Letizia Paternoster, Alessia Maurelli, Carolina Costa, Beatrice Maria Vio Grandis, Ndiaga Dieng, Giada Rossi, Simone Barlaam, Andrea Liverani, tutti in passerella coi capi realizzati in “blu Armani”, con la tuta da podio con la grande scritta “W Italia” sul davanti della felpa, e poi dentro il colletto delle polo e delle t-shirt c’è riportato l’attacco dell’Inno nazionale, mentre l’intera prima strofa è stampata nell’interno delle giacche. Il tutto completato da cappellini, trolley, borse, zaini, sneaker. Apre Bebe Vio col suo viso di serenità e il suo è il sorriso di tutti i giovani del mondo.

“Il mio sodalizio con il Coni e il Cip è nato nel 2012 e continua con reciproca soddisfazione. Trovo sempre stimolante cercare nuove soluzioni per le uniformi degli atleti, che devono fondere eleganza dello stile e praticità d’uso. Per l’Italia Team a Parigi ho creato capi funzionali ma eleganti, pensati per contraddistinguere la squadra e per trasmettere ai nostri atleti un forte senso di appartenenza”, dice con orgoglio Giorgio Armani che firmerà anche la divisa ufficiale che gli atleti indosseranno in occasione della cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici, lungo la Senna il 26 luglio 2024, e quella dei Giochi Paralimpici che avrà luogo il 28 agosto in Place de la Concorde.

La collaborazione dello stilista con il Coni (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e il Cip (Comitato Italiano Paralimpico) continuerà fino ai Giochi Olimpici e Paralimpici invernali di Milano Cortina 2026. Precedentemente, Giorgio Armani ha vestito gli atleti alle Olimpiadi e Paralimpiadi estive di Londra 2012, Rio 2016, Tokyo 2020 e quelle invernali di Sochi 2014, Pyeongchang 2018, Pechino 2022.

La nuova collezione uomo di Emporio Armani (Ansa)
La nuova collezione uomo di Emporio Armani (Ansa)

Dei giovani di oggi mi piace la libertà assoluta rispetto ai codici: indossano capi da sera anche di giorno, risultando sempre credibili. La notte come idea, modo di essere, illuminata da un chiaro di luna: è questa il tema che ho voluto esplorare,” racconta Giorgio Armani in questo Emporio Armani che illumina i capelli dei modelli di polvere di stelle, chiude le giacche da un lato come fossero dei kimono, l’esotismo balena dai pantaloni larghi e fluidi color sabbia o nude, echi di ampie camicie per attraversare i deserti del mondo, tanto nero e blu, maglie ricamate, borse lucide, scarpe dalla suola massiccia, un guardaroba che accarezza il corpo di questo eternamente giovane uomo di Emporio Armani senza costrizioni ma esaltando echi romantici e come accarezzando la pelle che separa l’anima dall’abito.

“Coerenza significa capacità di evolversi rimanendo fedeli a se stessi. In questa collezione si sente l’eco di un vago esotismo a me caro, il gusto per le forme che fluiscono sul corpo, ma l’espressione è nuova: dinamica, sintetica, contemporanea”, conclude Armani sommerso dagli applausi e dalla ammirazione sincera di tutti quelli che lo seguono e amano la sua moda inconfondibile.