"Finalmente si riparte e noi siamo sempre in prima fila, schierati per lo stile e la qualità". Così spiega con entusiasmo questa nuova partecipazione a Pitti Uomo e Pitti Bimbo, in presenza, Antonio Quirici (foto), presidente del Consorzio Cuoio di Toscana, che ha la natura e la tutela nella produzione di questo materiale iconico e fondamentale per il Made in Italy. Cuoio di Toscana si schiera in pole...

"Finalmente si riparte e noi siamo sempre in prima fila, schierati per lo stile e la qualità". Così spiega con entusiasmo questa nuova partecipazione a Pitti Uomo e Pitti Bimbo, in presenza, Antonio Quirici (foto), presidente del Consorzio Cuoio di Toscana, che ha la natura e la tutela nella produzione di questo materiale iconico e fondamentale per il Made in Italy. Cuoio di Toscana si schiera in pole position nel sostegno all’edizione 100 di Pitti. Una storia da primato nata a Firenze con Giorgini e la Sala Bianca, quasi 70 anni fa, in quella regione in cui Cuoio di Toscana opera con successo internazionale da 36 anni diventando nel tempo l’interlocutore privilegiato dei brand del lusso che alle suole di morbido cuoio del Consorzio fanno riferimento da sempre per le proprie collezioni haute de gamme.

Tre le iniziative portate a Pitti Uomo e Pitti Bimbo. La prima riguarda l’evento di Thebe Magugu: la sua collezione di menswear per la primavera-estate 2022 sarà presentata in Fortezza con calzature concepite come audaci camperos oltre a morbide borse sviluppate in una palette di cromie vibranti e rifinite grazie ai pregiati materiali naturalmente green, forniti dal Consorzio conciario toscano. Per le 100 edizioni di Pitti Uomo poi, Cuoio di Toscana imprimerà il suo logo a lettere di fuoco sulle suole di nuovi modelli di scarpe. Calzature in limited edition, esposte negli spazi centrali della Fortezza. Infine la bella ed esclusiva collaborazione con Naturino, uno dei brand all’avanguardia in Italia e nel mondo nel segmento delle calzature kid e junior.

Nella nuova edizione di Pitti Bimbo sarà ancora Cuoio di Toscana a firmare suole e tomaie di una capsule dedicata ai piccoli fan del marchio nato dalla solida esperienza di Falc Spa, una delle aziende più apprezzate nel segmento del childrenswear. "Vogliamo – conclude Quirici – ribadire il determinante contributo alla ripresa e allo sviluppo della moda e dell’economia nazionale che oggi si riaffaccia con rinnovata energia sulla scena del fashion mondiale.

Eva Desiderio