Meteo, venti forti e mareggiate (foto iStock)
Meteo, venti forti e mareggiate (foto iStock)

Roma, 8 dicembre 2018 - Due perturbazioni in attesa del freddo, con un calo termico anche di 10 gradi secondo le previsioni meteo di ilmeteo.it. "La prima perturbazione - dice il Centro Epson Meteo - sta scivolando in queste ore lungo la nostra Penisola con le piogge che tenderanno a concentrarsi al Centro Sud. La seconda perturbazione, il cui transito è invece atteso domenica avrà locali effetti sul nostro territorio in termini di piogge, ma scatenerà un'ulteriore intensificazione del venti, con raffiche tempestose, e porterà abbondanti nevicate sulle Alpi, specie sulle zone di confine e sui versanti esteri". Il rapido susseguirsi di questi fronti nord-occidentali - dicono gli esperti - "aprirà poi la strada ad aria più fredda, che investirà i Balcani sfiorando anche l'Italia".

Previsioni meteo, (tanta) neve in pianura: cresce l'ipotesi. Ecco quando

I venti. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. Per tutte le regioni si prevedono mareggiate lungo le coste esposte. L'avviso prevede dalle prime ore di domenica 9 dicembre, venti da forti a burrasca, dai quadranti occidentali, con raffiche di burrasca forte sui settori appenninici dell'Emilia-Romagna, sulla Toscana e sulle Marche, dalla tarda mattinata ai settori appenninici di Abruzzo e Molise; inoltre venti da forti a burrasca su Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia e Provincia autonoma di Trento e dalla mattinata zone costiere di Lazio, Campania e, dal pomeriggio, alla Basilicata.

I dettagli di domenica. Cielo sereno o poco nuvoloso sulle pianure del Nord con rischio di nebbie sul settore orientale, in Liguria, lungo il versante adriatico e sul versante ionico. Nubi sparse sulle rimanenti zone, particolarmente compatte lungo le Alpi di confine, dove saranno possibili nevicate, anche abbondanti e insistenti sul settore occidentale intorno ai 1.000 metri dal pomeriggio. Qualche pioggia fra le zone interne del Centro e l'area del basso Tirreno, particolarmente insistenti sulla Calabria tirrenica. In serata non si esclude qualche isolata precipitazione anche in Puglia e qualche temporale in Calabria. Ulteriore intensificazione dei venti dai quadranti occidentali, fino a tempestosi sulle regioni di Ponente: raffiche oltre 100 km/h. Mari molto agitati o addirittura grossi. Temperature minime in diminuzione quasi ovunque. Massime in temporaneo rialzo nelle Alpi e in modo sensibile sul medio versante adriatico e in Sardegna, con valori che potranno sfiorare i 20 gradi.

La tendenza per la prossima settimana. La giornata di lunedì vedrà un tempo prevalentemente soleggiato al Nord, su Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna orientale. Soltanto sulle Alpi di confine il cielo sarà molto nuvoloso con alcune nevicate a bassa quota, più probabili nel settore della Valle d'Aosta. Giornata estremamente variabile e instabile sulle regioni centrali adriatiche, al Sud e nel nord della Sicilia con locali piogge e possibilità di rovesci o temporali lungo le coste adriatiche e intorno allo Stretto di Messina. Deboli nevicate lungo l'Appennino oltre 1.200-1.500 metri di quota. Altra giornata molto ventosa, specie nelle vallate alpine, in Sardegna, Sicilia e Mar Tirreno. Temperature in calo su Alpi e sul versante adriatico del Centro Sud. Martedì sarà una giornata prevalentemente soleggiata, soprattutto al Nord, sulle Marche, in Umbria, sulle regioni tirreniche fino alla Sicilia centro-orientale. Un po' di nuvolosità altrove con qualche isolato fenomeno possibile su Abruzzo, Molise e Puglia. Venti in generale attenuazione, risulteranno moderati o tesi soltanto intorno alla Puglia meridionale, nel canale di Sicilia e su mari e canali di Sardegna. Temperature in generale diminuzione.

Ilmeteo.it, sul sito, dice che "complici le nottate parzialmente serene, le temperature minime potranno scendere anche di parecchi gradi sotto lo zero con valori attorno ai -4/-5 gradi al Nord Ovest e -3 gradi sul Nord Est con conseguenti estese gelate".

Da metà settimana in poi dovrebbe registrarsi poi un peggioramento. 3bmeteo.com dice che "secondo gli ultimi aggiornamenti potrebbe essere maggiormente coinvolto dal maltempo il Centro Sud Italia, con piogge diffuse e nevicate in Appennino anche sotto i 1000 metri". Forse a quote più basse (anche collinari) "sulla dorsale settentrionale".