La tempesta Ciara si abbatte sul Nord Ovest dell'Europa (foto Ansa)
La tempesta Ciara si abbatte sul Nord Ovest dell'Europa (foto Ansa)

Roma, 9 febbraio 2020  - La tempesta Ciara, annunciata da giorni, sta sconvolgendo il nord ovest dell'Europa, con venti potentissimi e pioggia battente. E' massima allerta e si registrano danni, black out diffusi e pesanti disagi. Si è fermato anche il calcio, in diversi casi. Voli annullati, traghetti sospesi tra Francia e Inghilterra. Irlanda e Regno Unito particolarmente esposte, ma anche i territori d'Oltralpe, dove il Nord è particolarmente esposto ai forti venti che sulla Manica hanno raggiunto i 160 km orari. Trentacinque dipartimenti sono in allerta arancione. Chiusa anche la Tour Eiffel. In diverse parti della Gran Bretagna, raffiche di vento a 130 km orari e forti piogge.

Il vento forte in Olanda (Ansa)

L'emergenza meteo nel Regno Unito

L'emergenza sta causando pesanti intoppi ai trasporti, con voli e treni cancellati e ritardi. Allarmi alluvioni, inoltre, per straripamenti di corsi d'acqua in alcune contee. Sempre a causa dei forti venti, la regina Elisabetta ha rinunciato a uscire dalla sua residenza di Sandringham (Norfolk, est dell'Inghilterra) per andare a messa. British Airways e altre compagnie hanno cancellato parte dei loro voli odierni anche dagli aeroporti londinesi di Heathrow, Gatwick e London City, sebbene la capitale sia relativamente meno battuta d'altre zone. Mentre non mancano disagi al traffico stradale, fra segnalazioni di alberi sradicati dalle raffiche, cartelloni divelti, capannoni e altre strutture scoperchiate. Anche l'allerta del Met Office, in vigore fino a stasera, è per ora di colore arancione, seconda per gravità dopo quella rossa.

Maltempo, ripercussioni sul calcio

E' stata rinviata la partita di Premier League fra Manchester City e West Ham. Analoga decisione è stata presa in Germania per Borussia Moenchengladbach-Colonia. Ieri Belgio e Olanda avevano 'giocato d'anticipo' decidendo 24 ore prima il rinvio dei match di campionato in programma.

Alberi sull'autostrada in Belgio (foto Ansa)

E gli aerei battono i record grazie alla tempesta

La tempesta Ciara e le sue forti correnti sull'Atlantico e il Nord Europa hanno aiutato a battere per ben tre volte il record di velocità di voli commerciali tra New York e Londra, che hanno coperto la tratta in meno di 5 ore. Secondo i dati del sito di monitoraggio aereo Fligthradar, citato dai media francesi, un Boeing 747 della British Airways ha collegato l'aeroporto di Jfk a quello di Heatrow in 4 ore e 56 minuti, invece delle 6 ore e 13 stimate. Tallonato da due Airbus A350 della Virgin Atlantic che hanno percorso la rotta rispettivamente in 4 ore e 57 minuti, e in 4 ore e 59. L'ultimo record - al netto del Concorde che nel 1996 volò da New York a Londra in 2 ore e 52 - risaliva al gennaio 2018 quando un Boeing 787 della Norwegian fece lo stesso volo in 5 ore e 13.

Italia sfiorata da Ciara

Anche in Italia arriveranno gli effetti della tempesta, seppure notevolmente attenuati. Dalle prime ore di domani - indica un'allerta meteo della Protezione civile - previsti venti forti nord-occidentali, con raffiche di burrasca, sui settori alpini del Piemonte, in locale estensione alle aree pedemontane e pianeggianti. Venti di burrasca occidentali, colpiranno poi Toscana, Emilia-Romagna e Marche, con raffiche di burrasca forte o locale tempesta a ridosso dei crinali appenninici, con possibili mareggiate lungo le coste toscane.

Le previsioni del tempo