Milano, 27 novembre 2018 - Le previsioni meteo per i prossimi giorni? L'aspetto più significativo riguarda sicuramente le temperature che, già dalle prossime ore, caleranno sensibilmente. Tra martedì e mercoledì - dice ilmeteo.it - ultimi fuochi del vortice ciclonico di origine atlantica che nelle scorse ore ha raggiunto le nostre regioni meridionali, causando nuovo maltempo, poi il clima andrà raffreddandosi su tutta l'Italia. Gli esperti comunicano che nella giornata di oggi le piogge insisteranno ancora sul medio versante adriatico e al Sud, con pericolo di fenomeni intensi e abbondanti soprattutto sulle aree costiere tra Campania e Calabria, dove non sono da escludere dei nubifragi. Andrà via via meglio altrove, salvo per qualche disturbo sulle due Isole maggiori e al Nord Est, dove la nuvolosità sarà più diffusa. La neve cadrà già a 1.000-1.300 metri in Appennino.

LE TEMPERATURE IN PICCHIATA - E' attesso comunque l'ingresso di venti di Bora, mentre in Sardegna soffierà forte il Maestrale e sul Tirreno la Tramontana. Antonio Sanò - direttore del sito - avverte comuqnue che con l'intensificarsi dei venti settentrionali le temperature cominceranno a calare: tra mercoledì e giovedì i termometri potrebbero addirittura portarsi sotto lo zero anche in pianura. Valori massimi in caduta libera con misure non più alte di 6-7 gradi al Nord e non oltre i 10-12 gradi al Centro Sud.

Il dettaglio di ilmeteo.it

Anche 3bmeteo.com dice nel sito che "le massime in Valpadana non dovrebbero superare 7° a Torino e Venezia e 8° a Milano e Bologna". E segnala valori di 4 gradi di massima in diverse città del Nord per venerdì.

Cinque consigli per battere il freddo invernale

LE PREVISIONI PER MERCOLEDI' - Bel tempo al Nord, regioni centrali tirreniche e Sardegna - dice  il Centro Epson Meteo -, ma con locali banchi di nebbia all'alba nel settore centrale della Valpadana. Tra pomeriggio e sera giungeranno alcune velature nelle regioni di Nord-Ovest. Nuvoloso o molto nuvoloso altrove: piogge sparse e qualche rovescio su Puglia, Calabria meridionale e nord della Sicilia, in esaurimento definitivo tra sera e notte. In mattinata ultime locali precipitazioni tra Abruzzo e Molise, specialmente in prossimità delle coste. Nella successiva notte le nebbie potrebbero intensificarsi sulla Val Padana. Temperature in generale diminuzione, soprattutto le minime, con valori all'alba intorno allo zero al Nord: conseguenti deboli gelate. Venti dai quadranti settentrionali moderati o forti su mari e regioni centro-meridionali.

IL TEMPO DI GIOVEDI' - Nuvolosità sul medio-basso versante adriatico e nel nord della Sicilia, anche compatta al mattino ma senza piogge. Tempo più soleggiato sul resto d'Italia, ma con velature in transito al Nord: locali addensamenti nella Val Padana centrale. All'alba possibili banchi di nebbia tra Piemonte e Lombardia. Temperature in calo nei valori massimi al Nord, venti moderati sui mari meridionali.

PEGGIORA VENERDI' - La perturbazione numero 15 di novembre in arrivo venerdì - continua Epson Meteo - porterà precipitazioni al Nord-Ovest con neve a quote collinari in Piemonte. Qualche pioggia isolata anche in Sardegna, nuvolosità in aumento nel resto del Nord, in Toscana e Lazio. Nella notte seguente la perturbazione attraverserà rapidamente le regioni centrali, per portare poi un peggioramento nella giornata di sabato soprattutto al Sud e in Sicilia.