Roma, 8 luglio 2019 - Sta arrivando (in alcuni casi è già arrivato)  l'annunciato crollo termico. Il caldo torrido - secondo le previsioni meteo - ha le ore contate, tranne che al Sud, in particolare nelle zone ioniche. E mentre a Venezia oggi una burrasca di grandine e vento è stata tra le concause dello sbandamento di una nave da crociera, tra domani e mercoledì, secondo i meteorologi dell'aeronautica militare, si apriranno le cateratte del cielo un po' in tutto il Nord, specie in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna e Lombardia. Gli esperti di 3bMeteo confermano: "l'anticiclone batte in ritirata" e da martedì arrivano "violenti temporali, nubifragi e grandine".

Aggiornamento: 48 ore da incubo, allerta grandine. La mappa dei disagi

image

La Protezione Civile lancia l'allerta gialla in Lombardia, Provincia Autonoma di Trento, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, su gran parte del Piemonte e sull'estremo settore settentrionale della Toscana. I fenomeni potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.

Violento nubifragio a Viareggio: passeggiata allagata

Maltempo, tromba d'aria a Livorno, allagamenti nel Pisano

Antonio Sanò di ILMeteo.it parla senza mezzi termini di "Estate folle" e spiega: "Aria più fredda dal Nord Europa aggredirà infatti con forza un anticiclone africano oramai invecchiato dopo settimane bollenti, e inerme di fronte a cotanta prepotenza". Quanto dovranno aspettare i fan del supercaldo? Almeno dieci giorni, dice l'esperto: "Per ora largo al fresco".

image

L'analisi di Carlo Migliore di 3BMeteo non è molto diversa: "L'aria molto fresca associata a una depressione sul Baltico continuerà ad approfondirsi sull'Italia scalzando l'anticiclone africano verso sud. L'ondata di temporali che interesserà diverse zone della Penisola tra martedì e mercoledì potrà dimostrarsi particolarmente violenta". Cioò comporta la "molto concreta la possibilità di intensi nubifragi con allagamenti, grandinate e colpi di vento". Le cause scatenanti? "Le correnti in arrivo dal nord Europa saranno in forte contrasto con l'aria molto calda preesistente".

Previsioni del tempo

MARTEDI' -  Per 3BMeteo "Nord nubi sparse e schiarite al mattino con qualche isolato piovasco tra basso Veneto ed Emilia. Nel pomeriggio intensificazione dell'instabilità con formazione di temporali anche intensi dalle Alpi verso le Pianure. I fenomeni potranno risultare forti su tutta la Val padana, da ovest a est, ma in particolar modo sull'Emilia Romagna e tra Piemonte e Lombardia. Possibili forti temporali su Torino, Alessandria, Milano, Bergamo, Verona, Vicenza, Padova, Bologna, Modena, Ferrara. Associati ai temporali anche grandine e colpi di vento. In nottata ancora piogge e temporali, localmente forti".
Al Centro "tempo discreto al mattino, instabilità in intensificazione al pomeriggio con possibilità di rovesci e temporali, soprattutto tra dorsale e Adriatico ma localmente anche sull'area tirrenica. I fenomeni potranno risultare forti a fine giornata o in nottata sulla Toscana, l'Umbria e le Marche".
E infine al Sud: "In prevalenza soleggiato al mattino, pomeriggio con qualche isolato piovasco o temporale tra Dorsale campana, Molise e Puglia settentrionale. Temperature in ulteriore calo al Centro Nord, stabili al Sud con valori massimi fino a 40°C in Sicilia. 

MERCOLEDI' - Al Nord al mattino ultimi temporali tra basso Piemonte ed Emilia Romagna localmente anche forti in Romagna ma in graduale assorbimento, prevede 3Bmeteo. "Nuvolosità irregolare altrove con schiarite sulle Alpi. Nel pomeriggio ampie schiarite un po' ovunque salvo variabilità e qualche sporadico piovasco sulle Alpi occidentali. Bel tempo la sera". Maltempo invece al Centro: "forti temporali tra dorsale e Adriatico e localmente anche sulle interne delle regioni tirreniche. Nel pomeriggio ampie schiarite sulle regioni tirreniche, ancora instabile lungo l'Adriatico con temporali anche forti ma in attenuazione dalle alte Marche. In serata residui piovaschi sull'Abruzzo in assorbimento la notte. Buono altrove". Infine al Sud si prevede "marcata instabilità su Campania interna, Molise e Puglia settentrionale con fenomeni anche forti in marcia dal pomeriggio verso Basilicata e resto del Sud peninsulare. Migliora tra sera e notte. Temperature stazionarie al Nord, in calo al Centro, anche netto a est, in diminuzione al Sud ma con valori massimi ancora molto elevati sulla Sicilia, fino a 38°C".

GIOVEDI' - Marco Castelli de ILMeteo.it prevede che si placherà "la furia degli elementi grazie a un provvidenziale seppur temporaneo aumento della pressione, a parte qualche residua nota d'instabilità pomeridiana a ridosso dei rilievi alpini e sul alcuni tratti dell'Appennino calabrese. Ma la pausa durerà davvero poco in quanto già da Venerdì 12 torneranno più diffusi i rovesci temporaleschi su alcuni tratti delle regioni settentrionali seppur limitati alle zone montuose ma con sconfinamenti verso le alte pianure del Triveneto e della Lombardia. Tempo buono invece sul resto del Paese".

Weekend, prime indicazioni

Il sito si azzarda a buttare un occhio al successivo weekend: "Sabato e Domenica potrebbero essere ancora condizionati da qualche temporale sparso con una Sabato che seguirà le orme della giornata precedente e una Domenica che potrebbe invece riservarsi qualche temporale in più anche al Centro".

Temperature in calo: -10°

Salvatore De Rosa de ILMeteo.it è categorico: "Siamo ormai all'epilogo di questa lunghissima fase climatica governata dal caldo africano" E parla di "imminente crollo dei termometro che porterà le temperature a scendere fino a 10°C in meno rispetto a questi giorni". 
I maggiori scompensi si registreranno, sempre secondo il sito, "fra martedì e mercoledì" principalmente "per effetto di masse d'aria più fresca che avvolgeranno gradualmente tutto il Centro Nord". In particolare mercoledì "le temperature potranno scendere anche di 10°C in meno rispetto a questi giorni. Al Sud invece, un calo termico si avvertirà in forma più evidente da Giovedì fatta eccezione per la Sicilia e parte della Sardegna dove l'Anticiclone africano non si esaurirà completamente mantenendo valori termici ancora piuttosto altini".