15 gen 2022

Previsioni meteo: irruzione gelida dopo il maxi anticiclone?

Possibile svolta dopo il 20 gennaio. Intanto ci sono diverse giornate di sole davanti (ma anche nebbia in Pianura padana)

La statua di San Benedetto, al centro della piazza di Norcia, � "impreziosita" da un mantello bianco di neve che rende la citt� ancora pi� bella e suggestiva nonostante le ferite del sisma e le difficolt� dell'emergenza pandemica. La vista che si spalanca salendo per la Valnerina, � quella di un paesaggio incantato, con alberi imbiancati e scorci mozzafiato. A Norcia, e in generale nei borghi a valle dell'Appennino umbro-marchigiano, ad avere la neve sono abituati, tanto che non ha fermato alcuna attivit� commerciale e nemmeno i cantieri della ricostruzione o le ruspe intente a demolire l'ultima porzione di quello che era il vecchio plesso scolastico. Si lavora anche al cantiere delle pietre che serviranno per ricostruire la Basilica del patrono d'Europa e molte gru sono in azione pure nei tanti cantieri privati in cui si ricostruiscono le case lesionate dal sisma di cinque anni fa. Infine, la neve non ha ostacolato nemmeno le vaccinazioni anti Covid.
ANSA/GIANLUIGI BASILIETTI
Norcia sotto la neve durante l'ultima ondata di maltempo (Ansa)

Roma, 15 gennaio 2022 - Dieci giorni di super anticiclone sull'Italia, con tempo stabile e nebbie in Pianura Padana. Ma lo scenario potrebbe mutare radicalmente dopo il 20 gennaio, qundo - scrive ilMeteo.it - "potrebbe giungere un più crudo soffio invernale dalle lontane lande russe, pronto a riportare il grande freddo, se non il gelo, su buona parte del nostro Paese".  L'ipotesi: "Un indebolimento del campo barico sarà il preludio a un probabile cambiamento del tempo, sotto i colpi di correnti d'aria freddissima che dalla Russia punteranno dapprima il centro Europa, per poi sfondare verso l'Italia". Difficile al momento fare previsioni sui dettagli. 

Acnhe 3bmeteo comunque intravede una svolta tra il 21 e il 23 gennaio: "Una sempre maggiore decisione della depressione scandinava potrebbe riuscire a modificare il dominio anticiclonico costringendo la cellula azzorriana a retrocedere verso ovest". Le conseguenze: "Ciò lascerebbe maggiore spazio alle correnti artiche verso l'area balcanica con un possibile interessamento anche dell'Italia. Se la tendenza verrà confermata un fronte di instabilità fredda potrebbe interessare parte della Penisola portando temperature in netto calo e delle nevicate fino a bassa quota". Andranno seguiti gli aggiornamenti.

Tsunami colpisce l'isola di Tonga dopo eruzione vulcano. I primi video

Tempo stabile, sole e nebbia

Intato, il tempo dei prossimi giorni. Le previsioni meteo di domani, domenica 16 gennaio, annunciano l'ennesima giornata soleggiata di questo fine settimana all'insegna di un anticiclone delle Azzorre in grande spolvero. Il team de iLMeteo.it comunica che, grazie alla mastodontica area di alta pressione che campeggia sull'Italia, domenica l'atmosfera continuerà a essere stabile, con bel tempo prevalente in quasi tutte le regioni. Tra le poche variazioni degne di nota rispetto a sabato, i meteorologi segnalano il ritorno della nebbia in Pianura Padana e nelle valli toscane al mattino, nonché una maggiore nuvolosità a cavallo tra la Toscana e la Liguria. Qualche addensamento più spesso potrebbe inoltre coprire localmente il cielo tra la Calabria e la Sicilia, ma si tratterà quasi sempre di fenomeni passeggeri, inquadrati in un contesto tranquillo e asciutto. Sotto la spinta anticiclonica le temperature massime si manterranno su valori superiori alle medie del periodo, con picchi di 14-15 gradi al Centro Sud. Al Nord il clima risulterà invece un po' più freddo nelle aree disturbate dalle nebbie.

Solo qualche crepa

Come conferma anche il sito di 3BMeteo, la fase anticiclonica resisterà per diversi giorni, nonostante qualche piccola crepa. Secondo gli esperti, lunedì 17 gennaio il transito di un modesto impulso instabile potrebbe causare delle fugaci precipitazioni sul basso Tirreno; da martedì 18 gennaio un'infiltrazione di aria fredda dai Balcani sembra invece destinata a riportare i termometri alla normalità

La mappa di 3bmeteo

L'articolo prosegue sotto alla cartina

Il tempo di domenica 16 gennaio

Nord Ovest

Nebbie e foschie al mattino in Pianura Padana, seguite da schiarite. Per il resto giornata soleggiata, a parte qualche addensamento sulla Liguria orientale. Temperature massime: 11° a Genova, 7° a Torino, 8° a Milano.

Nord Est

Bel tempo su tutte le regioni, salvo nebbie mattutine sulle pianure emiliane e venete, in successivo esaurimento. Temperature massime: 3° a Bolzano, 8° a Venezia, 9° a Bologna.

Centro e Sardegna

Nebbie e poi qualche annuvolamento sulla Toscana centro-settentrionale. Qualche nube sparsa anche sulla Sardegna nord-occidentale; cielo sereno sulle altre regioni. Temperature massime: 12° a Cagliari, 10° a Firenze, 13° a Roma.

Sud e Isole

Giornata soleggiata su tutto il Meridione, salvo un po' di nuvole e cielo localmente coperto tra bassa Calabria e Sicilia settentrionale. Temperature massime: 15° a Napoli, 14° a Bari, 13° a Palermo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?