Passo dello Stelvio innevato
Passo dello Stelvio innevato

Roma, 6 settembre 2019 - Le previsioni meteo per il week end confermano il trend piovoso e autunnale imboccato sin dai primi giorni di settembre, caratterizzati da forti instabilità. Dopo il primo ciclone autunnale che ha colpito il nostro Paese tra ieri e oggi, nel fine settimana è in agguato un secondo vortice che spazzerà via del tutto caldo e umidità. Il peggio arriverà domenica, ma i meteorologi spiegano che già sabato 7 settembre, la giornata sarà caratterizzata da temporali sparsi e cielo irregolarmente nuvoloso.

Entrando nel dettaglio, il team de iLMeteo.it spiega che domani sussisterà una situazione di instabilità in particolare al Nord e al Centro, figlia del precedente peggioramento. Diversi fenomeni temporaleschi, si legge sul sito, prenderanno corpo "su Valle d'Aosta, Alpi lombarde e Triveneto e potranno risultare anche di forte intensità". I temporali interesseranno fin dal mattino anche Toscana e Lazio centro-settentrionale, mentre nel pomeriggio il fronte attivo coinvolgerà Umbria, Marche e Abruzzo. Tempo più soleggiato sul Mezzogiorno, dove tuttavia non mancheranno "rovesci o locali temporali sulle coste campane e calabresi tirreniche". Termometro ampiamente sotto controllo, con temperature massime ovunque inferiori ai 30°C.

Gli esperti di 3BMeteo concordano su tutta la linea, specificando che domenica 8 settembre l'annunciata incursione di una nuova perturbazione porterà piogge e forti temporali al Nord, specie su Triveneto ed Emilia Romagna. Ma sarà tutto lo Stivale a fare i conti con il brutto tempo: l'instabilità abbraccerà anche il Centro Sud, dando luogo ad addensamenti e fenomeni sparsi. Il quadro sarà completato da un ulteriore calo termico, che tenderà la mano sempre più imminente arrivo dell'autunno.

Previsioni del tempo sabato 7 settembre

Nord Ovest
Nuvole sparse su tutte le regioni, con peggioramenti e possibili temporali a partire dal pomeriggio su Valle d'Aosta e Alpi lombarde. Più soleggiato in Liguria. Non si va oltre i 25° a Milano e Torino.

Nord Est
Tempo instabile su Trentino, alto Veneto e Friuli, dove sono previsti rovesci e temporali diurni. Altrove alternanza di nuvole e belle schiarite, in un contesto asciutto. Previsti 23° a Venezia e 24° a Bologna

Centro
Partenza bagnata sulle coste adriatiche delle Marche, in Umbria e sulla Maremma toscana e laziale, con fenomeni in attenuazione verso il pomeriggio. Per il resto abbastanza soleggiato, in presenza di nubi sparse. Attesi 26° a Firenze e Roma.

Sud e Isole
Rovesci fin dal mattino sulle coste della Campania e della Calabria tirrenica, in via di attenuazione con il passare delle ore. Nel pomeriggio temporali in arrivo tra Molise, Puglia e Lucania. Cielo sereno o poco nuvoloso in Sicilia. 25° a Palermo e 27° a Bari.

Previsioni Neve

Non sono neanche mancati neppure scenari più "estremi". Nelle valli ossolane si è registrato un vero e proprio anticipo d'inverno. Questa mattina in Val Formazza, a 1.200 metri di quota, è caduta un'abbondante nevicata che ha imbiancato tutta la zona, con tracollo delle temperature. E non si tratta di un caso isolato. Come anticipa iLMeteo.it domenica, complice l'arrivo di aria più fredda, su Alto Adige e Veneto la neve cadrà fino a 1700 metri, e non è da escludere che, durante i rovesci più intensi, qualche fiocco possa far la sua comparsa anche nelle principali località turistiche come Madonna di Campiglio (TN), Canazei (TN), Solda (BZ) o Misurina (BL). Quote un po' più elevate sulla Carnia, intorno ai 2000 metri. Nella tarda serata di domenica e poi nel corso delle ore notturne assisteremo a un progressivo esaurimento delle nevicate, con ultimi fiocchi sui confini dell'Alto Adige.  Scenario mozzafiato, oggi, sul Passo dello Stelvio, a 2.757 metri quota, dove si è passati dall'estate all'inverno nell'arco di poche ore.