Roma, 9 luglio 2019 - Come annunciato dalle previsioni meteo, dopo tanto caldo è arrivato il maltempo, a rinfrescare gli animi (e a cambiare i progetti di vacanza di questa pazza estate). Tanto che oggi la Protezione Civile ha fatto scattare l'allerta gialla su 7 regioni d'Italia, dove sono previste condizioni meteo avverse con forti temporali, grandinate, nubifragi e venti forti. La causa di questa ondata di cattivo tempo è dovuta al cedimento dell'alta pressione africana che permette l'ingresso di masse d'aria fredda sulle nostre bollenti terre. E il contrasto tra l'aria fredda e quella calda preesistente aumenta l'intensità del peggioramento.

Aggiornamento: confermato rischio grandine sabato e domenica

Aggiornamento: grandine e temporali nel weekend, le aree a rischio

Aggiornamento: maltempo travolge la costa adriatica. Pescara, chicchi di grandine come arance

ILMeteo.it cerca di tracciare la mappa dei fenomeni: inizialmente saranno colpiti i settori alpini e prealpini del Nord, poi pioggia e temporali minacciano anche molte zone della Pianura Padano-veneta fino alle aree più settentrionali delle Marche. "Massima attenzione ai temporali - avvertono gli esperti - che potranno assumere carattere di forte intensità: elevato il rischio di intensi rovesci di pioggia e grandine con veri nubifragi che potranno provocare improvvisi allagamenti. Prestare massima attenzione anche alle forti raffiche di vento".

Le aree a rischio

Le regioni sotto stretta osservazione? "Il Piemonte, la Lombardia, la Provincia Autonoma di Trento e poi il Veneto, l'Emilia Romagna, la Toscana e le Marche". Su queste zone il tempo dà "segnali di forte irrequietezza anche se sarà soprattutto tra il pomeriggio, la sera e la notte successiva la maggior incidenza del cattivo tempo". Ma la fase più acuta del cattivo tempo si avrà domani, mercoledì 10 quando le turbolenze si concentreranno "soprattutto sull'Emilia Romagna e le Marche".

Gli esperti di 3BMeteo concordano: la lente è puntata sulle prossime 48 ore, quando nei cieli d'Italia andrà in scena una sorta di guerra tra due masse d'aria, quella caldo umida di matrice afro mediterranea e le correnti in discesa dal nord Europa. La situazione di oggi? Dal Nord, l'"intenso fronte temporalesco poi scivolerà gradualmente lungo la penisola per interessare il Centro e infine anche il Sud. I fenomeni colpiranno  duramente risultando spesso violenti e accompagnati da grandine e colpi di vento".

image

Possibile grandine: ecco dove

Attenti a non uscire senza ombrello, nella serata di oggi, se abitate in "tutta la Val Padana, da Ovest a Est, ma in particolar modo sull'Emilia Romagna", dove si attendono temporali a Bologna, Modena e Ferrara. Ma anche Lombardia e Veneto non sono messe meglio: "Possibili forti temporali su Milano, Bergamo, Verona, Vicenza, Padova, Bologna, Modena e Ferrara". E proprio in queste aree potrebbero esserci i tanto temuti fenomeni di grandine. Chicchi di notevole dimensioni sono già caduti oggi nel Bolognese, provocando danni alle auto. Così come è grandinato nella riviera Riminese, anche in questo caso con decine di vetture danneggiate. Intenso peggioramento anche sulla Toscana in estensione la notte a Umbria e Marche.

Scendendo lungo la penisola, si segnalano "piogge e locali temporali in Sardegna" (che così potrà respirare dopo l'incubo dei giorni passati a cottura lenta in un forno giunto fino a 42°). Il Sud oggi è in prevalenza soleggiato al mattino, mentre nel pomeriggio sono segnalati i primi piovaschi  su Campania, Molise e Puglia. In nottata nubi sparse, generalmente innocue. La temperatura qui resta stabile, con valori massimi fino a 40°C in Sicilia.

Previsioni del tempo per domani 10 luglio

Stando sempre a 3BMeteo, domani il maltempo scivolerà verso il meridione. Al Nord, ultimi temporali mattutini in Emilia Romagna e nuvolosità irregolare altrove con schiarite più ampie sulle Alpi. Nel pomeriggio "ampie schiarite un po' ovunque salvo qualche sporadico piovasco sulle Alpi occidentali. Bel tempo la sera".
Tocca al Centro beccarsi pioggia e temporali: al mattino "tra Toscana, Umbria e Marche in graduale estensione entro il pomeriggio a Lazio e Abruzzo". Nel mirino, ancora una volta, la costa adriatica. Anche qui, occhio a "fenomeni localmente forti e accompagnati da grandinate e colpi di vento". In serata migliora anche su Lazio e Abruzzo

Quanto al Sud della Penisola, "al mattino ancora discreto al più variabile, nel pomeriggio peggiora su Campania , Molise e Puglia settentrionale con piogge e temporali anche forti in marcia verso Basilicata e resto del Sud peninsulare in serata".