Una merla in mezzo alla neve
Una merla in mezzo alla neve

Le previsioni meteo di domani, venerdì 29 gennaio, descrivono una giornata abbastanza nuvolosa e non priva di qualche pioggia, ma che sarà soprattutto caratterizzata da un'impennata delle temperature, per via di un temporaneo rinforzo dell'alta pressione sull'Italia. Nonostante l'ingresso di una successiva perturbazione atlantica, il clima rimarrà piuttosto mite anche nel weekend, smentendo la convinzione popolare che identifica gli ultimi tre giorni di gennaio (i cosiddetti "giorni della merla") come i più freddi dell'anno.

Previsioni meteo, sabato prevale il maltempo, ma niente freddo intenso

Andando come sempre con ordine, il team de iLMeteo.it scrive che venerdì un modesto fronte perturbato porterà un po' di nubi e precipitazioni sparse al Nord, nelle aree interne del Centro e sui settori più meridionali del Tirreno. In particolare, al mattino si potranno verificare piovaschi su Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana e Marche, mentre nelle ore seguenti i fenomeni punteranno sui "rilievi umbro-marchigiani, quelli laziali e, a scendere, sulla Campania e sulla Calabria tirrenica". Il tempo andrà in generale migliorando verso sera.

Nel frattempo, l'incremento della pressione oceanica, supportato dall'arrivo di venti tiepidi dai quadranti occidentali e meridionali, metterà in stand-by il freddo invernale. Specie al Centro Sud i termometri raggiungeranno valori sopra le medie attese in questo periodo, con massime fino a 15-16 gradi in Toscana, Lazio, Campania, Puglia e punte di 17-18 gradi sulle due Isole Maggiori.



Come anticipato, nel fine settimana un nuovo peggioramento seminerà piogge e fioccate sul nostro Paese, anche se non ci sarà traccia del gelo temuto durante i giorni della merla. Sabato 30 gennaio, gli esperti di 3BMeteo segnalano una scia di rovesci che da Nord Ovest si estenderà entro sera su tutte le regioni settentrionali e tirreniche, con qualche sconfinamento sull'Adriatico centro-settentrionale. Prevista inoltre la neve sulle Alpi oltre i 1000-1500 metri di quota e dai 1500 metri sull'Appennino tosco-emiliano. Domenica 31 gennaio la perturbazione si concentrerà invece al Centro-Sud, con precipitazioni sull'Adriatico e fenomeni più intensi lungo il Tirreno. Maggiori schiarite al Nord, dove tuttavia un aumento della nuvolosità a fine giornata causerà un debole ripresa delle nevicate sulle Alpi occidentali.

Le previsioni meteo nel dettaglio di venerdì 29 gennaio

Nord Ovest
Qualche sporadica precipitazione in Lombardia e sui settori alpini di confine (qui anche a carattere nevoso). Altrove nuvoloso, ma con tendenza al miglioramento nel pomeriggio. Temperature massime: 12° a Genova e Torino, 9° Milano.

Nord Est
Cielo coperto con qualche debole nevicata sulle Alpi e occasionali piovaschi su Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. Schiarite nel corso della giornata. Temperature massime: 11° a Bolzano, 7° a Venezia, 9° a Bologna.

Centro
Nuvolosità diffusa, con piovaschi inziali sulla Toscana, in estensione successiva su Marche, Umbria e Lazio. Temperature massime: 18° a Cagliari, 15° a Firenze e Roma.

Sud e Isole
Particolarmente coperto sul versante tirrenico, con precipitazioni occasionali in Campania e Calabria. Più asciutto sulle altre regioni. Temperature massime: 14° a Napoli, 17° a Bari e 18° a Palermo.