Grandine (Foto iStock)
Grandine (Foto iStock)

Roma, 1 ottobre 2019 - Con le previsioni meteo di ottobre si torna a parlare di autunno. Come già anticipato, l'ultimo colpo di coda dell'estate sta per esaurire i suoi effetti, pronto a essere sostituito da un clima decisamente più freddo e incerto, tipico della stagione. Il peggioramento in arrivo da Nord Europa è atteso da questa sera, a partire dalle zone alpine e pre-alpine. Ma è mercoledì 2 ottobre che si paleserà il maniera decisa il maltempo: l'ondata nera interesserà quasi tutto il Settentrione e si estenderà anche alle regioni centrali, accompagnata da un crollo delle temperature. Il Sud non sarà indenne, anche se qui la colonnina di mercurio resisterà alla bassa pressione. Sul Tirreno è previsto l'ingresso di forti venti di Maestrale da Nord Ovest. Sull'Adriatico, arriva la Bora

Aggiornamenti: meteo giovedì 3 ottobre 

Continua a leggere sotto la mappa

Previsioni del tempo: allerta gialla

Temporali con locali grandinate sono attesi mercoledì 2 ottobre nelle regioni del Nord Italia, ad eccezione dell'estremo Nord Ovest (Piemonte e Liguria godranno di qualche apertura). Il maltempo insisterà dapprima su Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, allargandosi nel pomeriggio all'Emilia Romagna. La perturbazione colpirà contemporaneamente anche "bassa Toscana, Umbria e Lazio, in estensione anche all'entroterra marchigiano", scrive 3bMeteo. In serata ancora instabilità sull'Adriatico, migliora sul Tirreno. Anche il Meridione sarà raggiunto da nubi e qualche pioggia: in particolare, tra la serata e la notte le precipitazioni si indirizzeranno sulla Sicilia occidentale e la Campania dove i fenomeni potranno essere anche intensi. Ecco l'avviso della Protezione civile, che segnala un'allerta meteo gialla in 8 regioni.  

Nella giornata di giovedì 3 ottobre è previsto un miglioramento delle condizioni del tempo sulle zone settentrionali e sulla Toscana. Ancora precipitazioni e temperature in picchiata sulle regione adriatiche. E "piogge e temporali colpiranno un po' tutto il Sud fino al nord della Sicilia", avvisa iLMeteo.it.

Temperature giù 

Con l'apertura di un fronte da Nord e l'arrivo di correnti artiche assisteremo a un calo delle temperature, che rientreranno su valori stagionali. Le massime a Centro Nord non supereranno i 24-24 gradi. Un ulteriore calo è atteso nella giornata di venerdì 4 ottobre, quando "i valori minimi saranno compresi tra 7°C e 15°C - anticipa iLMeteo.it -  mentre quelli massimi tra 16°C e 22°C. Unica eccezione Sicilia e Sardegna dove si continuerà a godere di un clima piacevole e con temperature massime intorno ai 25°/27°C". 

Venti e mari 

I vortice ciclonico in arrivo dal Nord Europa porterà con sé anche venti forti da Settentrione: "Ci aspettiamo in particolare violente raffiche di Maestrale fino a 80 km/h sulla Sardegna - annuncia iLMeteo.it - in estensione poi nel corso di giovedì anche a tutto il medio e basso mar Tirreno", con conseguente aumento del moto ondoso. In Liguria "soffierà intensa a più di 50 km/h la Tramontana con mare molto mosso o agitato". Sulle coste adriatiche e ioniche si prevedono "tempestose raffiche di Bora a oltre 70 km/h con locali mareggiate lungo i litorali più esposti di Puglia, Basilicata e Calabria".