Roma, 5 settembre 2018 - Crolla tutto di nuovo: è alle porte una fese di violento maltempo. Le previsioni meteo confermano quindi la tendenza illustrata già nei giorni scorsi. Il temporaneo anticiclone testimone di una breve tregua estiva sull'Italia, sta per cedere nuovamente al Centro Nord, minato da una nuova bassa pressione sull'Europa Nordoccidentale.

"Temporali e grandinate, anche forti"

Ilmeteo.it avvisa che da domani un'intensa perturbazione atlantica comincerà ad interessare il Nord Ovest con rovesci e temporali che dalle Alpi scenderanno verso le pianure come a Torino, Milano e Pavia. Entro sera il maltempo si estenderà anche al Veneto e al Friuli Venezia Giulia. Le precipitazioni potranno risultare anche molto forti e accompagnate da grandinate e improvvisi colpi di vento. Sarà venerdì però la giornata peggiore quando oltre al Nord i temporali e le grandinate investiranno anche le regioni centrali e così dalla Toscana si porteranno verso l'Umbria e le Marche e poi anche al Lazio fino a Roma. In questa giornata sussisterà il rischio che si possano verificare anche eventi estremi con piogge eccezionali o locali nubifragi.

"Venerdì la giornata più instabile"

IL FOCUS DI 3BMETEO.COM - Anche il meteorologo di 3bmeteo.com, Edoardo Ferrara, conferma che "l'alta pressione che ci ha regalato due giorni di tregua subirà un nuovo indebolimento per arrivo di venti più umidi atlantici". Giovedì' "primi acquazzoni e temporali tenderanno ad interessare il Nord a partire da Alpi e Prealpi, ma con estensione dei fenomeni verso fine giornata anche sulla Valpadana". Anche 3bmeteo.com sottolinea che "venerdì sarà la giornata più instabile, con acquazzoni e temporali sparsi al Centro Nord, localmente di forte intensità. Andrà meglio al Sud dove tuttavia è atteso un modesto fronte dal Nord Africa, che entro fine giornata potrà produrre nuvolositàdiffusa con qualche sporadico piovasco tra Campania, Calabria e Sicilia". Gli esperti precisano "che anche in questa fase, mancando una vera e propria perturbazione organizzata, le precipitazioni saranno distribuite in modo molto irregolare, come si dice 'a macchia di leopardo'. Vale a dire che alcune aree che rimarranno all'asciutto con anche delle belle occhiate di sole, mentre altre potranno ricevere precipitazioni talora consistenti".

IL WEEKEND - "Il fine settimana si preannuncia almeno in parte variabile", prosegue Ferrara di 3bmeteo.com. "Con ancora qualche acquazzone o temporale possibile su Alpi, specie orientali, estremo Nordest, Appennino e versanti adriatici (comunque alternato a belle schiarite). Altrove prevarrà il sole pur con qualche annuvolamento di passaggio".

LA COLONNINA DI MERCURIO - "Le temperature saranno in calo venerdì al Centro Nord, poi in ripresa nel weekend eccetto che sui versanti adriatici dove invece saranno in ulteriore diminuzione complici i venti da Nord. Si perderanno fino a 3-6 gradi, con clima che comunque si manterrà sostanzialmente gradevole nelle fasi soleggiate."

Tifone in Giappone, Jebi si abbatte con venti a 200 km/h

COSA SUCCEDERA' POI - "La prossima settimana si preannuncia invece più stabile e calda con il ritorno di un anticiclone questa volta più robusto, fatta eccezione per residua instabilità al Sud e dorsale", dicono da 3bmeteo.com. Antonio Sanò, direttore e fondatore di ilmeteo.it annuncia un nuovo periodo molto caldo e soleggiato a partire da lunedì 10 quando l'anticiclone delle Azzorre con contributi africani tornerà a conquistare l'Italia. Seguiranno aggiornamenti, anche perché Ilmeteo.it ipotizza dal 18 del mese in poi una "discesa fredda dal circolo polare".