Milano, 31 agosto 2018 - Previsioni meteo che non fanno sorridere per il weekend. Un ciclone di origine scandinava impatta sull'Italia, portando tre giorni di maltempo al Centro Nord, con pesanti nubifragi e con il ritorno della neve in montagna. Secondo ilmeteo.it, che fa una sintesi di quello che succederà nei prossimi giorni, già da oggi la situazione meteorologica peggiorerà su tutte le regioni settentrionali, in particolare in Lombardia, dove sarà alto il rischio idrogeologico a causa delle precipitazioni che non si fermeranno fino a tarda notte.

Domani il maltempo continuerà in Lombardia, ma si sposterà anche sul Triveneto e sull'Emilia Romagna dove sono attesi nubifragi o piogge molto abbondanti tra Ferrara e Rovigo. I temporali raggiungeranno anche la Toscana e le Marche settentrionali. Domenica, 2 settembre, l'ondata di maltempo si attenuerà un po' al Nord Est e sulla Lombardia anche se pioverà ancora e si estenderà sul resto del Centro come Umbria, Lazio e regioni adriatiche. Calo termico di 8-10 gradi durante le precipitazioni. "Il ciclone - spiega Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito - abbandonerà definitivamente l'Italia soltanto martedì 4, dopo che lunedì avrà portato altro maltempo sulle regioni adriatiche. Successivamente la pressione tornerà ad aumentare regalandoci altre giornate soleggiate e via via più calde".

Film al cinema nel weekend: quali vedere e perché

Scatta l'allerta meteo

LE PREVISIONI PER OGGI - Al Nord - dice il Centro Epson Meteo - giornata ad alto rischio di piogge e rovesci temporaleschi sin dalle prime ore: dapprima in Piemonte, Lombardia e Trentino Alto Adige, nella seconda parte del giorno anche nelle regioni di Nord Est a partire da Veneto ed Emilia Romagna. In serata e nella notte forte maltempo soprattutto tra basso Piemonte, Liguria, bassa Lombardia e regioni di Nord-Est. I fenomeni saranno localmente intensi e persistenti, associati a grandine e raffiche di vento. Al Centro Sud tempo ancora abbastanza buono: durante il pomeriggio non si escludono locali acquazzoni o temporali lungo la dorsale appenninica, più probabili su quella meridionale. Nella notte temporali in arrivo anche su alta Toscana e Lazio. Temperature massime in calo al Nord e in Toscana, in qualche caso anche sensibile; punte oltre 30 gradi al Centro-Sud e nelle Isole. Venti moderati o tesi di Libeccio nel mar Ligure e sull'alto Tirreno.

"Tempo perturbato, temperature in forte calo al Nord"

LE PREVISIONI PER SABATO - Domani tempo molto instabile con elevato rischio di piogge e temporali su Lombardia centro-orientale, regioni di Nord-Est, su buona parte di quelle centrali e in Campania. Fenomeni localmente intensi associati a grandine e forti raffiche di vento. Al Nord Ovest tendenza a schiarite, più ampie al mattino tra Valle d'Aosta e Piemonte; occasionali rovesci pomeridiani attorno alle Alpi piemontesi e sulla Liguria di ponente. Al Sud e nelle Isole tempo ancora abbastanza soleggiato e caldo. Temperature in ulteriore calo al Nord Est, dove si farà fatica a superare i 22-23 gradi; in diminuzione anche al Centro e più lievemente sulla Sardegna, in lieve rialzo al Nord-Ovest. Punte fino a 30-32 gradi all'estremo Sud e in Sicilia. Venti moderati di Maestrale in Sardegna e di Libeccio sul Tirreno centrale.

IL TEMPO DI DOMENICA - Permangono condizioni di marcata instabilità atmosferica su buona parte del Paese, in particolare al Centro Nord e sulla Campania, dove nel corso della giornata si potranno sviluppare numerosi rovesci e temporali. Nel resto del Sud e nelle Isole tempo inizialmente ancora soleggiato, ma nel pomeriggio aumenterà il rischio di locali temporali su Basilicata, Puglia centro-settentrionale e Sicilia. Temperature in ulteriore diminuzione al Centro e sulla Sardegna, in lieve calo anche tra Campania, Basilicata e nord della Puglia. Valori inferiori alla norma al Nord e in parte anche al Centro, dove spesso si resterà al di sotto dei 25 gradi. Venti deboli o al più moderati, con locali raffiche nelle aree temporalesche.

L'INIZIO DELLA PROSSIMA SETTIMANA - All'inizio della prossima settimana il vortice di bassa pressione si allontanerà dall'Italia dirigendosi verso i Balcani, ma nella giornata di lunedì condizionerà ancora il tempo Paese con residue precipitazioni nelle regioni più orientali e nelle zone interne del Centro. Un ritorno a condizioni di tempo più stabile e soleggiato è atteso a metà della prossima settimana, quando anche le temperature si riporteranno su valori ancora estivi.

Uno sguardo sull'estero con 3bmeteo.com