Previsioni meteo, ipotesi neve anche nel prossimo weekend. Nella foto: Val Zoldana (Ansa)
Previsioni meteo, ipotesi neve anche nel prossimo weekend. Nella foto: Val Zoldana (Ansa)

Milano, 27 agosto 2018 - E' stata una pazza estate e sarà così anche la coda della bella stagione. Le previsioni meteo di ilmeteo.it segnalano infatti che con l'allontanamento del ciclone che ha provocato la burrasca di fine agosto, la pressione tornerà ad aumentare sull'Italia (si raggiungeranno temperature di oltre 30 gradi), ma tra pochi giorni dovrebbe cambiare tutto per l'ennesima volta (almeno così pare, al momento). Insomma, sembra che anche questa settimana sarà all'insegna dei ribaltamenti di fronte.

image

VIDEO Cortina sotto la neve, sembra Natale ma è ancora agosto: le immagini 'da brivido'

FOTO Neve, i rifugi imbiancati intorno a Cortina d'Ampezzo

Intanto le regioni meridionali sono ancora interessate dalle ultime precipitazioni. Gli esperti comunicano che Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia settentrionale saranno le regioni maggiormente interessate dalle piogge o anche temporali con grandinate. Sul resto d'Italia il sole sarà prevalente e splenderà in un cielo sereno e limpido. Per quanto riguarda le temperature cominceranno lentamente a salire di giorno, grazie al maggior soleggiamento, si manterranno piuttosto fresche la notte e primo mattino con soli 12-15 gradi su gran parte delle città. Antonio Sanò, direttore e fondatore di ilmeteo.it avvisa però che il bel tempo e il caldo previsto in ulteriore aumento, non durerà molto, infatti "da venerdì 31 agosto l'avanguardia di una perturbazione atlantica collegata ad un nuovo ciclone, porterà i primi temporali al Nord, preannunciando un primo weekend di settembre decisamente molto instabile e temporalesco su gran parte d'Italia".

TENDENZA CHE TROVA CONFERME - Una tendenza, quella descritta, confermata sostanzialmente anche dal Centro Epson Meteo. "La perturbazione numero 3 del mese, prima di abbandonare definitivamente l'Italia, oggi favorirà ancora la formazione di qualche rovescio al Sud, dove la giornata sarà anche ventosa e caratterizzata da un generale calo delle temperature; al Centro e al Nord invece il tempo sarà nel complesso soleggiato, ma con temperature che, benché in leggero rialzo, rimarranno ancora al di sotto delle medie stagionali. Poi, tra martedì e mercoledì, l'avanzata dell'alta pressione garantirà in tutta Italia il ritorno di un tempo tipicamente estivo: tornerà ovunque il sole, vento e moto ondoso si attenueranno e le temperature, in crescita, si avvicineranno ai valori normali per il periodo, regalandoci così un po' di caldo non intenso. Un nuovo peggioramento è probabile nell'ultima parte della settimana, quando è possibile il passaggio di una perturbazione capace di portare nuove piogge o temporali su gran parte del Centro-Nord".

Anche 3bmeteo.com vede il ritorno dell'alta pressione per la parte centrale della settimana

LE PREVISIONI METEO PER MARTEDI' - Prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso in gran parte d'Italia, con qualche nuvola innocua in più solo su Calabria e Sicilia. Temperature ovunque in rialzo sia nelle minime che nelle massime, con punte pomeridiane per lo più comprese tra 27 e 31, valori, questi, vicini ai valori medi stagionali. Venti settentrionali ancora moderati su medio-basso Adriatico, Puglia e alto Ionio.

IL TEMPO DI MERCOLEDI' - Giornata ancora tranquilla con il transito di qualche annuvolamento in più, alternato comunque ad ampie schiarite, al mattino al Nord-Ovest, nel pomeriggio anche al Nord-Est e, marginalmente, alla Sardegna e Marche. Nuvole un po' più consistenti dal pomeriggio sulle Alpi centro-occidentali con la possibilità di qualche breve rovescio sui monti di Piemonte e in Valle d'Aosta. Si attenua ulteriormente la ventilazione al Sud con rinforzi solo su basso Adriatico e alto Ionio. Temperature in ulteriore rialzo con clima caldo tipico di fine estate. Le punte più elevate, anche fino ai 32-34 gradi, sono attese in Emilia e Toscana.

GIOVEDI', PRIMO PEGGIORAMENTO - La coda di una perturbazione, in transito sull'Europa centrale, coinvolgerà le regioni settentrionali e, più marginalmente, la Toscana. In giornata locali precipitazioni saranno concentrate perlopiù in montagna e nel settore ligure. A fine giornata, sembra possibile una fase instabile anche sulle pianure del Nord Ovest e dell'Emilia. Sono queste le prime avvisaglie di un tempo più instabile che si profilerà verso la fine della settimana soprattutto sulle regioni settentrionali ma con tendenza anche del Centro. Il Centro Epson sottolinea che si tratta di un'evoluzione ancora incerta e invita a seguire gli aggiornamenti.

IL RITORNO DELLA NEVE - Ilmeteo.it, in un articolo sul sito, ipotizza nuova neve sulle montagne: "Sulle Alpi Lombarde, Stelvio e poi Dolomiti" anche questa volta "poco sopra e attorno Cortina d’Ampezzo". Il fronte freddo dovrebbe poi scendere verso le regioni adriatiche. Tra qualche giorno, probabilmente, maggiori dettagli.