Previsioni meteo, ondata di caldo in mezza Europa. Foto: la spiaggia di Valencia (Ansa)
Previsioni meteo, ondata di caldo in mezza Europa. Foto: la spiaggia di Valencia (Ansa)

Roma, 29 luglio 2018 - Nonostante i temporali, che nella giornata di ieri si sono abbattuti (anche in modo violento) su diverse località del Nord Italia, le previsioni meteo sono sostanzialmente confermate: ondata di caldo e afa per molti giorni sullo Stivale. L'ondata di calore sarà "la più intensa finora di questa estate per durata, estensione territoriale e valori massimi attesi: tutto il Paese verrà coinvolto, almeno fino al primo weekend di agosto (quindi almeno per tutta la prossima settimana), con il termometro che, a partire da lunedì, raggiungerà diffusamente i 34-35 gradi, ma con picchi di 36-38 gradi nei fondovalle alpini, in pianura Padana, nelle zone interne del Centro Sud e delle Isole". Fra l'altro la situazione tenderà a peggiorare: "Giorno dopo giorno" - spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo - "il caldo afoso notturno tenderà ad intensificarsi, con valori che anche all'alba che faranno fatica a scendere sotto i 22-24 gradi. Le differenze rispetto alle medie stagionali saranno più marcate al Centro Nord. Ci attendono, quindi, una fine di luglio e un inizio agosto in compagnia dell'anticiclone africano che sarà garanzia di tempo stabile e soleggiato, fatta eccezione per gli eventuali temporali di calore che potranno svilupparsi nelle ore più roventi della giornata attorno ai rilievi della Penisola".

Viaggiare sicuri, guida alle vacanze in salute

Caldo record: 10 consigli per difendersi dall’afa

"Domenica di sole e caldo, ma non mancheranno le sorprese"

PREVISIONI PER DOMENICA - Tempo in prevalenza soleggiato e caldo. Da segnalare la presenza di nuvolosità tra Liguria e alta Toscana e sulla Calabria tirrenica, specie al mattino, e il passaggio di qualche velatura soprattutto al Nord. Nel pomeriggio temporanei addensamenti in sviluppo attorno ai rilievi montuosi, con occasionali e brevi temporali di calore su Prealpi lombarde e venete, Alto Adige e Appennino settentrionale e meridionale. Temperature in lieve aumento: massime quasi ovunque oltre 30 gradi, fino a 34-35 gradi su regioni centrali tirreniche e Sardegna. Al Sud il caldo sarà in parte mitigato da una leggera ventilazione di Maestrale. Domenica da bollino rosso per il caldo, come diramato dal bollettino del Ministero della Salute, a Torino, Perugia, Bolzano e Bologna. Bollino arancione invece a Cagliari, Firenze, Pescara, Rieti.

Weekend al cinema: quali film vedere e perché

Le immagini dal satellite

Anche ilmeteo.it segnala il rischio di temporali con grandine parlando di "sorprese inaspettate", da Nord a Sud. Ecco la mappa

PREVISIONI PER LUNEDI' - Tempo generalmente soleggiato e molto caldo, con schiarite diffuse al mattino e temporanei addensamenti nel pomeriggio in sviluppo attorno ai rilievi. In montagna non si escludono locali e brevi temporali possibili sui rilievi alpini e, in forma occasionale, sull'Appennino tosco-emiliano e sulla Sila. Temperature in ulteriore lieve aumento: massime quasi ovunque oltre 30 gradi, con punte fino a 36-37 gradi nelle zone di pianura, e in quelle interne del Centro Sud e delle Isole. Caldo in intensificazione anche di notte. 

TENDENZA PER I GIORNI SUCCESSIVI - Anche nei giorni successivi il copione rimarrà identico con giornate soleggiate e caratterizzate da un caldo intenso. Una locale instabilità, limitata alle ore più calde della giornata, riguarderà Alpi e Appennino settentrionali dove, in forma molto localizzata, potrà svilupparsi qualche temporale di calore. E' possibile una locale instabilità sempre soprattutto nelle aree montuose, verso la fine della settimana, anche nelle zone interne del Sud. Anche meteogiornale.it evidenzia il "rischio sempre elevato di temporali pomeridiani circoscritti a ridosso delle maggiori catene montuose, favoriti da sbuffi d'aria fresca in quota che contrasteranno con il forte riscaldamento diurno. Crescerà la possibilità di temporali anche sui rilievi delle due Isole Maggiori".

Quasi tutta Europa nella morsa del caldo, come si più vedere dalla mappa di Meteo.it