Previsioni meteo, ecco l'ondata di caldo. Frutta e verdura per combattere l'afa (iStock)
Previsioni meteo, ecco l'ondata di caldo. Frutta e verdura per combattere l'afa (iStock)

Roma, 28 luglio 2018 - Sull'Italia è arrivata l'ondata di caldo che potrebbe essere una delle peggiori della stagione, secondo le previsioni meteo. Ma oggi non sono mancate le sorprese: temporali si sono abbattuti diverse zone del Nord Italia. Un nubifragio violentissimo ha colpito Bologna nel pomeriggio. Temperature record anche in Europa: in Germania è stato raggiunto il picco record di 38 gradi ma i metereologi si aspettano ulteriori aumenti per le prossime ore. Caldo eccezionale anche in Francia, a Parigi c'è l'allerta arancione 'canicule'. In Gran Bretagna l'afa ha fatto cadere il muro del rigorosissimo 'dress code' di un esclusivo cricket club che ha consentito agli ospiti di indossare il gilet. La 'concessione' arriva in una giornata in cui Londra tocca quota 34 gradi. E in Grecia al momento risultano ancora persone disperse dopo i disastrosi incendi dei giorni scorsi.

'Spiagge sicure', dal Viminale 2,5 milioni a 54 comuni costieri

Ferrara, il mare più pulito inizia dal Po. Una diga anti-rifiuti

Eclissi 27 luglio 2018, la Luna rossa incanta mezzo mondo

Il focus di ilmeteo.it

IN SINTESI - Tornando all'Italia, lo Stivale è investito da un'ondata di forte caldo, che si intensificherà nel weekend e tra lunedì e martedì si potranno registrare picchi massimi localmente vicini ai 40 gradi. "C'è il rinforzo dell'alta pressione sull'Italia - spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo - ma con ancora qualche temporale pomeridiano sabato su Alpi e Appennini. La prossima settimana - continuano gli esperti - il caldo intenso sarà ancora protagonista per l'arrivo dell'anticiclone nordafricano. In Val Padana, nei fondovalle alpini e nelle zone interne del Centro-Sud e delle Isole i termometri potranno superare i 35 gradi, non si possono escludere punte vicine ai 40 gradi, con il disagio di un clima afoso specie al Nord".

PREVISIONI, IL WEEKEND DI SOLE - Tempo soleggiato sull'Italia in questo fine settimana - afferma Centro Epson Meteo - per la persistenza dell'alta pressione. Rispetto ai giorni precedenti l'instabilità sarà in attenuazione: il nucleo di aria fresca che dai Balcani ha favorito negli ultimi giorni lo sviluppo di temporali anche forti si allontanerà infatti verso la Grecia. Il weekend sarà caratterizzato da un clima molto caldo e afoso: si toccheranno punte intorno ai 35 gradi. Il caldo intenso sarà il protagonista anche della prossima settimana per la presenza dell'anticiclone nordafricano che darà luogo a metà settimana ad un ulteriore lieve aumento delle temperature, sia nei valori massimi diurni, sia in quelli notturni. Nelle località della Val Padana, nei fondovalle alpini e nelle zone interne del Centro Sud e delle Isole i termometri toccheranno i 35 gradi con punte di 36-37 gradi con il disagio di un clima afoso specie al Nord.

Weekend al cinema: quali film vedere e perché

Le temperature previste da 3bmeteo.com

PREVISIONI PER SABATO - Al mattino prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso, con qualche nube in più in Liguria. Nel pomeriggio temporaneo aumento della nuvolosità sulle zone montuose, con la formazione di temporali isolati sui rilievi del Nord, più probabili sulle Alpi e lungo la dorsale appenninica centro-meridionale. Temperature massime per lo più comprese tra 30 e 34 gradi, con punte anche superiori in Sardegna. Secondo i dati che arrivano dai bollettini del Ministero della Salute, bollino rosso per ondata di calore a Bolzano, Perugia, Torino, bollino arancione per Bologna.

DOMENICA - Tempo in prevalenza soleggiato e molto caldo, segnaliamo un po' di nuvolosità bassa in Liguria; qualche nube anche sulla Calabria tirrenica. Nel pomeriggio consueta formazione di un po' di nuvolosità sui rilievi, in generale con basso rischio di rovesci e temporali. Temperature in ulteriore aumento, sarà una giornata molto afosa soprattutto al Nord. Venti per lo più di debole intensità. Secondo i dati che arrivano dai bollettini del Ministero della Salute bollino rosso per Bologna, Bolzano, Perugia, Torino, arancione per Cagliari, Firenze, Pescara, Rieti.

"Il caldo si intensificherà nel corso della prossima settimana"

MOLTI GIORNI DI CALDO - Anche la prossima settimana inizierà con tempo in prevalenza soleggiato, fatta eccezione per la locale instabilità pomeridiana su Alpi e Appennino settentrionale. Caldo e afa si intensificheranno ulteriormente: nei primi giorni della prossima settimana si potranno registrare picchi massimi localmente vicini ai 38 gradi. Questa ondata di caldo sarà particolarmente intensa sulle regioni del Centro Nord e potrebbe interessarci per tutta la prima settimana di agosto; in seguito il caldo anche se lentamente, dovrebbe iniziare ad attenuarsi.

L'ALLARME DELL'OMS - "Il caldo può scatenare il colpo di calore ma può anche peggiorare le condizioni esistenti, come malattie cardiovascolari, respiratorie, renali o mentali". A mettere in guardia, in vista delle torride giornate che ci attendono, è l'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), che sottolinea: l'Europa "sta vivendo un'estate molto calda e si prevede che continui per le prossime settimane". E spiega: "I professionisti medici e le autorità sanitarie pubbliche devono essere preparate ad affrontare le ondate di calore estive e le possibili conseguenze sulla salute dell'esposizione al calore". Ogni anno infatti, le alte temperature influiscono sulla salute di molte persone, in particolare degli anziani, dei neonati, di coloro che lavorano all'aperto e di malati cronici.

I CONSIGLI - "Gli effetti avversi sulla salute causati dal caldo - sottolinea l'Oms - sono ampiamente prevenibili attraverso buone pratiche". Innanzitutto, quando fa molto caldo, è importante mantenere calma e sangue freddo, "perché anche stati di ansia e agitazione possono aumentare le vampate di calore". Per mantenere casa fresca, "apri le finestre di notte per rinfrescare l'appartamento ma durante il giorno usa le persiane o serrande". Fare spesa, sistemare il balcone, andare a trovare un amico: meglio evitare di fare queste e altre attività durante l'ora più calda della giornata e "se necessario, passare 2-3 ore del giorno in un luogo fresco, come un edificio pubblico con aria condizionata". Fondamentale poi mantenere il corpo fresco e idratato, usare abiti leggeri e larghi, fai docce o bagni freschi, bere regolarmente evitando alcol e caffeina. In caso di "capogiri, debolezza, ansia, sete intensa o mal di testa, spostati il più presto possibile in un luogo fresco e misura la temperatura corporea. Bevi acqua o succo di frutta per reidratare". In caso di spasmi muscolari bevi soluzioni di reidratazione orale contenenti elettroliti e chiedi aiuto se i crampi termici durano più di un'ora. Infine, ricorda l'Oms, "mentre ti prendi cura di te, pianifica di controllare familiari, amici e vicini che trascorrono molto del loro tempo da soli. Se qualcuno che conosci è a rischio, aiutalo a ricevere consigli e supporto".

Giornate da bollino rosso

TANTA FRUTTA E VERDURA - Anche Coldiretti ricorda che per combattere il grande caldo occorrono prima di tutto alcune regole di buon senso come fare docce frequenti, vestirsi con abiti leggeri chiari di cotone o in altre fibre naturali, stare in luoghi ombreggiati, ridurre al minimo le esposizioni ai raggi solari, specie nelle ore centrali della giornata, ma soprattutto difendersi con un'alimentazione. Frutta e verdura - continua la Coldiretti - sono alimenti che soddisfano molteplici esigenze del corpo: nutrono, dissetano, reintegrano i sali minerali persi con il sudore, riforniscono di vitamine, mantengono in efficienza l'apparato intestinale con il loro apporto di fibre e si oppongono all'azione dei radicali liberi prodotti nell'organismo dall'esposizione al sole. Preferibile - continua la Coldiretti - è acquistare direttamente dal produttore dove il prodotto è più fresco e durevole ed è quindi più conveniente il rapporto prezzo qualità. Una dieta adeguata può anche favorire una abbronzatura sana e naturale con il consumo di cibi ricchi in Vitamina A che favoriscono la produzione nell'epidermide del pigmento melanina che protegge dalle scottature e dona il classico colore scuro alla pelle.

Sul podio del "cibo che abbronza" secondo la speciale classifica stilata dalla Coldiretti salgono carote, radicchi e albicocche, ma sono d'aiuto anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, angurie o ciliegie che sono peraltro disponibili in grande quantità e varietà. Il primo posto è conquistato indiscutibilmente dalle carote che contengono ben 1200 microgrammi di Vitamina A o quantità equivalenti di caroteni per 100 grammi di parte edibile. Al posto d'onore - conclude la Coldiretti - salgono gli spinaci che ne hanno circa la metà, a pari merito con il radicchio mentre al terzo si posizionano le albicocche seguite da cicoria, lattuga, melone giallo e sedano, peperoni, pomodori, pesche, cocomeri, fragole e ciliege che presentano comunque contenuti elevati di vitamina A o caroteni.

Crema solare, pelle protetta: ecco gli errori da evitare