Previsioni meteo, pioggia e nubifragi sull'Italia (foto Ansa)
Previsioni meteo, pioggia e nubifragi sull'Italia (foto Ansa)

Milano, 22 giugno 2018 - Previsioni meteo rispettate: è piombato sull'Italia il maltempo, con un carico di grandine e bombe d'acqua. Colpita in particolare la Romagna, da Rimini a Riccione. Ma anche la zona di Pesaro.

Insomma, da ieri è iniziata l'estate, ma il tempo va nella direzione opposta. La perturbazione sarà veloce ma intensa: già da oggi si abbatterà sul Nord Est e sulle regioni adriatiche portando forti temporali, mentre sabato mattina si sposterà nel sud Italia. Le temperature sono in brusco calo al Nord e tra sabato e domenica anche nel resto del Paese. Piogge e calo termico saranno accompagnati da venti in aumento, anche forti. "La perturbazione numero 4 del mese di giugno - spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo - venerdì scivolerà lungo il versante orientale della Penisola e porterà numerosi temporali, anche di forte intensità, al Nord Est e nelle regioni del versante adriatico. La perturbazione è anche accompagnata da correnti relativamente fresche e quindi ci sarà un brusco calo delle temperature nelle regioni nord-orientali e, almeno in parte, anche al Nord Ovest e Medio Adriatico". Ma le piogge e il calo termico saranno accompagnati, spiegano ancora i metereologi "da un'intensificazione della ventilazione su gran parte dei nostri mari: in particolare sull'Alto Adriatico la Bora raggiungerà anche i 50 km/h d'intensità".

Film al cinema nel weekend: quali vedere e perché

I venti

L'immagine dal satellite

Estate, viaggi sicuri al riparo dalle infezioni

PREVISIONI, I DETTAGLI DI VENERDI' - Oggi tempo in miglioramento sul Triveneto anche se non mancheranno alcuni isolati rovesci o temporali in sviluppo a ridosso delle Prealpi orientali, con possibili sconfinamenti nelle pianure adiacenti tra est Lombardia e Veneto. L'area più instabile con rovesci o temporali anche forti coinvolgerà ancora l'Emilia Romagna e si trasferirà verso le regioni peninsulari a iniziare dalle zone interne e adriatiche del Centro, in successivo trasferimento tra sera e notte anche a Puglia, Basilicata e Campania. Qualche breve rovescio pomeridiano sarà possibile anche sulle Alpi occidentali, sulla Sila e sui monti del nordest della Sicilia. In serata non si esclude qualche rovescio sull'ovest della Lombardia e tra torinese e cuneese. Temperature in calo in gran parte del Centro Nord e sull'ovest della Sardegna, con i cali più sensibili al Nordest (anche di 5-7 gradi). Al Sud punte intorno ai 30°C. Nella notte comincerà a rinfrescare anche su Campania, Puglia e Basilicata. Venti in intensificazione, fino a forti orientali sull'alto Adriatico e di Maestrale sul mare di Sardegna.

Cos'è l'apiturismo: in vacanza in mezzo alle api in Slovenia

IL SABATO - Miglioramento nel weekend, ma temperature 'basse'. Da domani il fronte instabile coinvolgerà solo le estreme regioni meridionali, con rovesci o temporali al mattino su Puglia meridionale e Calabria, nel pomeriggio ancora in Calabria e nelle zone interne e montuose della Sicilia orientale. Nel resto del Paese prevarranno le schiarite. Nel pomeriggio sviluppo di brevi e isolati temporali su Prealpi lombarde e orientali, sulle Alpi marittime, nel frusinate e sui monti della Sardegna. Massime in ulteriore calo al Nord Ovest, sul medio e basso Adriatico, sull'alto Ionio e sulla Sardegna orientale. Venti fino a moderati settentrionali sul Ligure e in gran parte del Centro Sud.

Il crollo delle temperature

DOMENICA - Nuvolosità variabile in tutto il Paese, in generale aumento nella seconda parte della giornata. Al mattino qualche rovescio sarà possibile nel sud-ovest del Piemonte, in giornata qualche rovescio isoalto o brevi temporali sulle aree alpine, nel ponente ligure e lungo le Prealpi venete. Qualche temporale anche su centro-sud della Sardegna e zone interne della Sicilia. Temperature in lieve calo in Calabria e sulle isole. In tutto il Paese i valori massimi resteranno al di sotto dei 30 gradi e in Val Padana e nelle regioni Adriatiche si farà fatica a superare i 25 gradi.