Roma, 12 aprile 2018 - Dinamicità e variabilità: questo le caratteristiche del tempo in Italia delineato dalle previsioni meteo per i prossimi giorni, fino a domenica. Intato la situazione attuale: sta agendo in queste ore - spiega IlMeteo.it, l'intensa perturbazione atlantica che da ieri sta portando piogge, temporali e nevicate diffuse sulle Alpi. In base alle previsioni del sito il tempo continuerà ad essere instabile e a tratti perturbato al Nord e al Centro con temporali sparsi su Lazio, Umbria e regioni adriatiche, piogge via via più diffuse e anche con locali nubifragi al Nord Ovest, come sul Cuneese, sull'Imperiese e sul Savonese. Il maltempo entro sera arriverà anche sul Triveneto. La neve cadrà ancora copiosa sulle Alpi occidentali sopra i 900/1.000 metri, a 1.300 metri in Lombardia e 1.500 metri sul Triveneto.

TANTE NEVE E PERICOLO VALANGHE - In Piemonte resta l'allerta gialla per le piogge abbondanti e il "forte" pericolo valanghe su tutto l'arco alpino. In tre giorni sono già caduti 217 millimetri di pioggia a Piano Audi (Torino), 165 a Oropa (Biella), 130 a Barge (Cuneo), 127 a Fobello (Vercelli). Alla quota di 2.000 metri, 40-60 centimetri di neve sui settori meridionali delle Alpi, 30-50 su quelli occidentali, 25-40 sui settentrionali. Il pericolo di valanghe, anche di grandi dimensioni nei fondovalle, si attenuerà soltanto da domani pomeriggio, secondo le previsioni di Arpa (Agenzia regionale per la protezione ambientale).

GRANDINE E ALLAGAMENTI - Una violentissima grandinata ha interessato oggi, poco dopo le 15, la città di Pavia e gli immediati dintorni. Chicchi grossi come acini d'uva sono scesi dal cielo per oltre venti minuti, imbiancando strade e piazze che si sono presentate come dopo una nevicata. La centrale dei vigili del fuoco di Pavia è tempestata di chiamate di cittadini che chiedono di intervenire per allagamenti di garage e scantinati e altri problemi.

Strade imbiancate

Violenta grandinata: strade imbiancate a Pavia / FOTO e VIDEO

Meteo, "corrente atlantica mai così debole". Aumenta il rischio di ondate di calore estivo

LA PAUSA DAL MALTEMPO - Comunque ci sarà una tregua, ma sarà breve. "Da venerdì - dice Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito ilmeteo.it - il tempo andrà migliorando con piogge più deboli e sparse, soprattutto al Nord Ovest, ma sarà sabato che il temporaneo aumento della pressione riporterà il sole e il clima mite su tutte le regioni, soltanto in Sardegna e sul Lazio avremo una maggior presenza di nubi. Nuvolosità che preannuncerà il successivo peggioramento del tempo atteso per domenica 15 quando piogge e locali temporali interesseranno ancora una volta il Nord, segnatamente i settori occidentali, alpini e prealpini".

PARENTESI ESTIVA AL CENTRO-SUD - Analoghe le previsioni del Centro Epson Meteo - Meteo.it: dice che ci sarà una residua instabilità domani al Centro Nord, una tregua del maltempo sabato e un nuovo peggioramento domenica. Meteo.it aggiunge però che al Sud nel weekend si raggiungeranno temperature da inizio estate. Gli esperti sottolineano che, in generale, nel fine settimana le temperature aumenteranno in tutto il Paese, riportandosi nella norma al Nord, al di sopra della media al Centro Sud: sabato e domenica, infatti, prima nelle regioni tirreniche e poi anche in quelle meridionali si potranno superare i 25 gradi. "La depressione - conclude Meteo.it - insisterà a ridosso dell'Italia anche all'inizio della prossima settimana causando ancora molta instabilità", soprattutto al Centro Nord e con ancora precipitazioni anche a carattere temporalesco. Le temperature tenderanno temporaneamente a diminuire, attestandosi su valori prossimi alla media stagionale.