Una famiglia si gode la temperatura mite dell'ottobrata (Ansa)
Una famiglia si gode la temperatura mite dell'ottobrata (Ansa)

Roma, 20 ottobre 2020 - Temperature miti e sole, come da previsioni meteo. L'Italia si gode l'ottobrata, termine con il quale si vuole indicare un periodo caratterizzato da una fase climatica più calda in pieno ottobre. Il tutto è merito dell'anticilcone africano che, in questi giorni, sta regalando bel tempo quasi ovunque con la colonnina di mercurio che segna 20°-22° C su Lazio (Roma), Toscana (Firenze), Campania (Napoli), Sicilia (Palermo) e punte anche fino a 25 C in Puglia e sulle zone interne di Sardegna e Sicilia. 

Cambio ora solare, quando spostare le lancette

Attenti alla nebbia

Gli esperti del sito iLMeteo.it avvisano però che da mercoledì il Nordovest risentirà di una maggior nuvolosità che sarà capace di provocare qualche pioggia. Sotto osservazione saranno soprattutto il Piemonte e la Liguria, tipicamente le prime regioni a soffrire le conseguenze in questo tipo di configurazioni, insieme alla Toscana, che infatti già dal mattino vedrà i cieli sporcarsi a causa di nubi irregolari. Il sole sarà talvolta oscurato, specie al Nordest, da locali banchi di nebbia, responsabili di riduzioni della visibilità localmente corpose al primo mattino, in particolare sulla Val Padana.

Nel fine settimana si cambia

Questa parentesi di sereno è però destinata a finire. Le correnti umide atlantiche si faranno tuttavia maggiormente invasive dopo metà settimana. E secondo le previsioni di 3Bmeteo, tra giovedì e venerdì inizieranno le prime piogge dapprima sulle regioni di Nordovest e poi su Triveneto e Toscana. In particolare il 23 sopraggiungerà una vera perturbazione per tutte le regioni settentrionali.

"Decisamente più ai margini di questa fase di maltempo, almeno in questa fase, saranno le nostre regioni meridionali, le quali vedranno comunque aumentare le nubi, preludio ad fine settimana non certo tranquillo anche per questi settori", segnalano ancora da iLmeteo.it.

Il 2020 anno bollente

Intanto il 2020 si classifica "fino ad ora come l'anno più bollente mai registrato in Europa da 112 anni con un anomalia di addirittura 2,33 gradi rispetto alla media", secondo quanto emerge dalle elaborazioni Coldiretti sulla base degli ultimi dati del National Climatic Data Centre (Noaa) relativi ai primi nove mesi.

Ottobrata: l'origine del nome

Le 'ottobrate' hanno origine a Roma ed erano gite fuori porta che si organizzavano di domenica, ma anche di giovedì. Rimaste in vigore fino ai primi anni del XX secolo avevano come mete il monte Testaccio, le campagne intorno a ponte Milvio, le vigne poste tra Monteverde e porta San Pancrazio o fuori porta San Giovanni e porta Pia. Sembra che l'ottobrata romana, di cui è rimasto il nome, tragga origine dai baccanali degli antichi Romani, feste legate ai cicli delle stagioni.

Previsioni di 3B Meteo