Neve a maggio (iStock)
Neve a maggio (iStock)

Roma, 5 maggio 2019 - Scariche di neve come fosse gennaio. Le previsioni meteo di oggi, domenica 5 maggio 2019, ci riportano indietro nel tempo di qualche mese: in gran parte dell'Italia serviranno ombrello e vestiti pesanti, per fronteggiare le piogge intense e il ritorno in pompa magna della Dama bianca. L'anomalo impulso polare annunciato dal team de iLMeteo fa crollare le temperature al Nord e al Centro, che in prossimità di Alpi e Appennini si apprestano ad accogliere fioccate a quote collinari. La conferma arriva anche da 3BMeteo, che parla di un finale di weekend contraddistinto da "un intenso vortice di maltempo di matrice invernale".

 Aggiornamenti: domani ancora neve. Quanto dura il freddo anomalo

Neve fino a bassa quota: ecco dove

Il freddo terrà sotto scacco il Centro-Nord per tutta la giornata di domani, con temperature che scenderanno anche di 10-15° rispetto alle medie del periodo. Sulle Alpi la neve si presenterà già oggi ma sopra i 1200 metri. Da oggi il colpo di scena quando la quota sull'arco alpino, e progressivamente sull'Appennino Tosco-emiliano, scenderà fino a quote collinari ("400 metri con fiocchi fino a 200-300 metri", stima 3BMeteo). Anche sui rilievi del Centro i fiocchi si spingeranno fin "sotto i 500 metri". 

ILMeteo annuncia "tanta neve tra Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia con fiocchi fin verso i 3-400 metri di quota". Gli accumuli saranno sostanziosi "con oltre 15/20 cm di accumulo finale in località come Livigno, Cortina d'Ampezzo, Canazei e Dobbiaco. Sempre secondo ILMeteo gli eventi saranno clamorosi, per il periodo, sull'Appennino Centro settentrionale, dove la neve si porterà fino ai 200 metri "se non praticamente a livello di pianura", depositandosi in modo consistente ("oltre mezzo metro sopra gli 800 metri").  Insomma si annuncia "un evento storico". 

Allerta vento e grandine

Neve a parte, l'instabilità minaccia forti piogge e temporali, che, partendo dalle regioni settentrionali, si estendono in tutti i settori centrali della penisola, fino a toccare parzialmente il Meridione, in corrispondenza delle costa tirrenica. Massima attenzione alla grandine che potrà accompagnarsi alle precipitazioni un po' ovunque. Si preannunciano venti sostenuti quasi ovunque, con mari agitati e locali burrasche.

La protezione civile ha emesso un'allerta meteo in Campania, per vento e mare. In Veneto, alta Lombardia, Lazio, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria Sicilia, avviso giallo per rischio idrogeologico. 

Previsioni del tempo domani

 Nord Ovest
Maltempo diffuso in tutte le regioni, con piogge intense e temporali fin dal mattino. Neve in arrivo sull'arco alpino e sull'Appennino settentrionale anche sotto i mille metri. Nel pomeriggio tempo più asciutto nei settori occidentali di Piemonte e Liguria. A picco le massime: previsti 9° a Milano e 13° a Torino.

Nord Est
Imperversa il brutto tempo anche a Nord Est, dove i fiocchi di neve promettono di cadere addirittura a quote collinari tra Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Altrove tanta pioggia, con possibili nubifragi in Emilia Romagna. Soffia forte il vento di Bora. Giù il termometro, che si assesta sui 9° a Venezia.

Centro
Domenica altamente instabile nei settori centrali, con rovesci e temporali soprattutto su Toscana, Umbria e Marche e Lazio. Si preannunciano nevicate sugli Appennini e in collina, a quote anomale per la stagione. Nuvole sparse, ma clima mediamente asciutto in Sardegna. Si fa sentire il freddo: 15° a Roma e 10° a Firenze.

Sud e Isole
Le nuvole portano pioggia sulla costa della Campania e sulla Calabria tirrenica, sfiorando in minima parte anche la Sicilia. Altrove non si esclude qualche pioggia sporadica, tuttavia nel pomeriggio la generale nuvolosità dovrebbe accompagnarsi con possibili schiarite. Le temperature risultano stazionarie: si va verso i 17° sia a Napoli che a Palermo.