Pioggia (iStock)
Pioggia (iStock)

Roma, 6 dicembre 2018 - Qualche rovescio al Nordest e sul Sud Italia, ma per il resto le previsioni meteo per l'8 dicembre fanno ben sperare: in gran parte d'Italia il tempo sarà asciutto e col sole. Buone notizie, insomma, per il weekend dell'Immacolata. Come annunciato nei giorni scorsi, è vero infatti che tre veloci perturbazioni raggiungeranno l'Italia tra domani e il weekend (come conferma anche il Centro Epson Meteo), ma il vero freddo arriva da lunedì. Leggermente più pessimista riguardo al meteo del weekend il metereologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara.  "Ci attende un weekend dell'Immacolata decisamente vivace e dinamico sull'Italia con una perturbazione in arrivo dalle Isole Britanniche", spiega. "Il fronte raggiungerà il Nord venerdì sera con precipitazioni sparse che tenderanno a concentrarsi soprattutto sul Nordest per poi estendersi alle tirreniche nella notte - continua Ferrara -. Sabato il fronte attraverserà rapidamente il Centrosud portando rovesci e temporali sparsi al mattino seguiti da un veloce miglioramento. Miglioramento che sarà già effettivo al Nord salvo nevicate sulle Alpi di confine". Ma vediamo la situazione giorno per giorno:

DOMANI, VENERDI' 7 DICEMBRE - Venerdì mattina è prevista ancora qualche pioggia residua - è ancora il Centro Epson Meteo - sulla Sicilia orientale con parziali schiarite sul resto del Sud e sull'Arco alpino. Maggiore presenza di nuvole nel resto del Centro-Nord, associate anche a possibili nebbie in Valpadana. Nel pomeriggio prime avvisaglie dell'arrivo di una nuova perturbazione con qualche pioggia in Liguria, nell'alessandrino e nella parte ovest della Lombardia.

SABATO 8 DICEMBRE - Sabato 8, sempre al mattino, potrebbero verificarsi piogge al Nordest, sul medio versante adriatico, l'Umbria, le aree interne del Lazio e le regioni meridionali. Secondo quanto previsto dai metereologi de ilmeteo.it, la situazione però migliorerà nel corso della giornata, quando resteranno solo rovesci residui su Puglia, Basilicata e Calabria. Questi fenomeni saranno comunque seguiti da rapide schiarite, spiega il Centro Epson Meteo. Sul resto d'Italia sarà il sole a dominare, per la gioia di chi ha previsto una gita fuori porta o più semplicemente una passeggiata in centro per il primo shopping di Natale. 

DOMENICA 9 DICEMBRE - Sole anche domenica su quasi tutta Italia, anche se al pomeriggio potrebbero verificarsi precipitazione su Toscana, Campania e Calabria tirrenica. Il transito di un nuovo veloce impulso - è ancora il Centro Epson Meteo - determinerà un'intensificazione delle nevicate sui versanti settentrionali delle Alpi con interessamento anche delle nostre zone di confine e della Valle d'Aosta. I primi cali della temperature di domenica, preannunciano l'arrivo di una settimana con "caratteristiche decisamente più invernali rispetto al periodo mite che stiamo vivendo in questi giorni", rileva il Centro Epson Meteo.

"Punte di 18/20°C al Sud"

TEMPERATURE MITI - Anche le temperature - è sempre il meteo.it - resteranno sostanzialmente immutate. Il clima risulterà quindi piacevole e mite considerano il periodo, con le massime intorno ai 14/15° C al Centro-Nord, ma con punte addirittura di 18/20°C al Sud. Il Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare prevede minime in calo sulle aree alpine e prealpine, stazionarie su Sardegna orientale e Sicilia, in aumento altrove; massime in diminuzione su Alpi, prealpi e sulla Sardegna, in diminuzione meno marcata sui rilievi emiliani e sulle regioni centrali peninsulari, in generale aumento sul resto del Paese.

OCCHIO AI VENTI - Uno sguardo particolare ai venti, secondo Ferrara di 3bmeteo.com "caratteristica principale di questo peggioramento, vento che soffierà anche forte di Tramontana e Maestrale". "In particolare - continua - domenica ci attendiamo raffiche di oltre 60-70km/h su gran parte del Centrosud ma a tratti anche al Nordovest, mentre sulla Sardegna si potranno superare anche raffiche di 100km/h. I mari dunque saranno agitati con onde anche superiori ai 4-5 metri al largo tra Tirreno, Sicilia, Sardegna, Corsica e probabili difficolta' nei collegamenti con le Isole minori".

Da lunedì irruzione gelida

E POI L'ONDATA DI GELO ARTICO - Ma per concludere, il tempo relativamente buono del weekend lascerà spazio - secondo ilmeteo.it - a una svolta importante che segnerà l'avvio definitivo della stagione invernale. Un'imponente irruzione gelida arriverà in Italia già dal pomeriggio di lunedì, quando farà la sua comparsa anche la neve. Le prime precipitazioni nevose interesseranno Marche e Abruzzo dagli 800 metri. Previsto per martedì il drastico calo delle temperature con neve sulle regioni del medio/basso Adriatico fino a quote collinari (3/400 metri).