Meteo, Norcia imbiancata. La neve del 13 dicembre 2018  (Ansa)
Meteo, Norcia imbiancata. La neve del 13 dicembre 2018 (Ansa)

Milano, 11 dicembre 2018 - Il freddo è pungente, in particolare al Centro Nord. E ora secondo le previsioni meteo è attesa la neve, anche se restano molte incognite, su dove cadrà e quanta ne cadrà. Fiocchi bianchi a quote basse, pare certo, fino in pianura. Nel mirino in particolare l'Emilia Romagna, forse fino a Rimini. Ma in queste ultime ore le variazioni sui dettagli dell'evento, sui siti specializzati, non sono state poche. Comunque, quella che si è aperta è una fase fredda che durerà diversi giorni e che potrebbere raggiungere il culmine all'inzio della prossima settimana.

Previsioni meteo, nel weekend neve su tutto il Nord Italia. "Da Torino fino a Bologna"

Tutte le notizie di meteo

Intanto la situazione. La prima perturbazione prevista ha già portato neve in alcune zone del Centro, in particolare in Umbria e in Abruzzo, come a l'Aquila. Ma non solo. Nevica per esempio ad Amatrice e Accumoli, comuni distrutti dal terremoto del 2016. Da questa notte una copiosa nevicata ha interessato e sta interessando l'intero territorio dei due comuni, compresi i villaggetti di Soluzioni Abitative d'Emergenza (Sae) realizzati in prossimita' dei due borghi e in numerose frazioni. Imbiancato pure il Senese: a Chianciano Terme il sindaco ha chiuso le scuole. Prima neve anche in Versilia (Lucca). Qualche fiocco è caduto nella notte sulle colline sopra Camaiore, apparse stamani un po' imbiancate.

Neve anche sulla dorsale appenninica settentrionale durante la notte.

Lo sciame meteorico delle Geminidi, Santa Lucia con le stelle cadenti

Emilia Romagna Meteo dice che il "momento favorevole per vedere qualche fiocco in pianura sarà nella notte e alba quando l'area tra Modena - Bologna - Castel San Pietro Terme". Ma parla di "situazione molto incerta". Evidente che la neve cadrà abbondante in collina e in montagna.

Intanto l'Arpa dell'Emilia Romagna e la Protezione Civile regionale hanno emesso un'allerta meteo di colore giallo per neve, dalla mezzanotte di oggi a quella di domani, sulla montagna e la collina romagnola. Per domani, viene spiegato, sono previste precipitazioni sui settori centro orientali che assumeranno carattere nevoso al di sopra dei 200-300 metri. Gli accumuli di neve sono previsti tra 20 e i 30 centimetri sull'Appennino romagnolo e le colline limitrofe. Sono previste sporadiche nevicate senza accumuli significativi e fenomeni di pioggia mista a neve si potranno verificare anche in pianura.

Santa Lucia, il giorno esatto. Perché si festeggia: storia e curiosità

Ma il clou potrebbe arrivare addirittura tra domenica e lunedì. "Arriva Big Snow, la neve copiosa in pianura", titola ilMeteo.it, annunciando precipitazione nevose "persistenti e abbondandanti anche in pianura su tutto il Nord", in particolare ancora una volta su Bologna ed Emilia in generale.

La neve comincerà a imbiancare Piemonte e Lombardia nel corso del pomeriggio di domenica, per poi estendersi al resto del Nord entro sera e notte. In Toscana le precipitazioni assumeranno carattere nevoso sopra gli 800 metri circa. "Le regioni più colpite dalle nevicate saranno la Lombardia e l'Emilia con accumuli superiori ai 5-7 cm circa - avverte Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito - ma nevicherà anche in Veneto e a bassa quota anche in Liguria, qui per effetto della Tramontana scura".

Weekend al cinema: quali film vedere e perché. I trailer

Giorno per giorno, dal Centro Epson Meteo. Giovedì cielo molto nuvoloso o coperto in gran parte d'Italia, con schiarite che resistono in Trentino Alto Adige e nel basso versante ionico. Piogge sparse e intermittenti sull'alto Adriatico, al Centro Sud e in Sardegna, deboli nevicate a bassa quota su Alpi occidentali e nord Appennino, oltre 800-1000 metri sui rilievi del Centro e fino in pianura miste a pioggia nell'Emilia occidentale. Qualche fiocco a quote pianeggianti anche in Piemonte, specie in serata. Tra sera e notte peggiora in Sardegna e al Centro, con temporali anche forti sull'isola e nel Lazio. Possibili accumuli di neve nella pianura emiliana. Giornata fredda al Nord: nel pomeriggio in molte zone non si andrà oltre 4-5 gradi. Temperature in lieve rialzo al Sud e in Sicilia. Giornata ventosa per Bora sull'alto Adriatico e Libeccio sulle isole.

Venerdì maltempo su regioni centrali e Sardegna con piogge più intense in mattinata, specie nel Lazio, dove ci sarà la possibilità di forti temporali. Piogge anche sulle coste dell'Emilia Romagna con nevicate a bassa quota sui rilievi della regione, in mattinata possibili fino in pianura in Emilia. Ampie schiarite, specie da metà giornata, nel resto del Nord all'estremo Sud e in Sicilia. Tra sera e notte aumentano le nubi e l'instabilità al Sud con rischio di temporali in Sicilia e nel Salento. Temperature in rialzo nei valori massimi su Alpi, alta Pianura padana e al Sud. Venti intensi di Tramontana o Grecale su Mar Ligure, alto Tirreno e Sardegna. Forti raffiche di Bora sull'alto Adriatico, venti meridionali al Sud con mari generalmente mossi o molto mossi.

La giornata di sabato sarà soleggiata al Nord, sulle regioni centrali tirreniche, ampie schiarite anche in Sardegna e sulla Sicilia meridionale. Nuvoloso o molto nuvoloso nel resto dell'Italia con locali piogge o rovesci al Sud, sul nord della Sicilia e sull'estremo sud del Lazio. Al mattino residue precipitazioni anche in Abruzzo e Molise con quota neve sui rilievi appenninici intorno ai 600-900 metri. Giornata ventosa sull'alto Adriatico e al Centro-Sud per venti settentrionali. Temperature in calo al Centro-Sud, più sensibile sulle regioni centrali adriatiche e nelle regioni meridionali.

Domenica nubi in aumento al Nord per l'arrivo della perturbazione n. 7 di dicembre che porterà le prime precipitazioni nelle regioni di Nord-Ovest, in estensione nel corso della serata al Nord-Est, al Centro e in Sardegna. Le nevicate al Nord potrebbero spingersi fino a quote molto basse. La domenica trascorrerà all'insegna del sole su gran parte del Centro Sud con pochi annuvolamenti significativi. Giornata ventosa intorno alla Sardegna, alla Puglia e alla Sicilia.

Riscaldamento globale: dimezzato il numero di renne e caribù

Affittare un’isola per ammirare l’aurora boreale: in Norvegia si può