Firenze, allagamenti a Careggi (foto Germogli)
Firenze, allagamenti a Careggi (foto Germogli)

Salerno, 5 novembre 2019 - Preoccupa la nuova ondata di maltempo che si sta abbattendo sull'Italia, da Nord a Sud. Criticità in Lunigiana dove il torrente Fiume, nel territorio di Zeri (Massa Carrara), è esondato in due punti. Smottamenti invece in località Bergugliara e nella frazione di Piania mentre a Pontremoli - rende noto il consorzio di bonifica 1 Toscana nord - viene monitorata la piena del Torrente Verde. Violenti temporali si sono abbattuti anche su Arezzo e provincia provocando allagamenti e in un caso il distacco di una vetrata caduta dal quinto piano da un palazzo in pieno centro senza colpire i passanti. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco che hanno provveduto a rimuovere il pezzo di vetro rimasto penzolante dalla finestra. Decine le chiamate ai vigili del fuoco impegnati a liberare fondi e garage invasi dall'acqua e alberi divelti per le raffiche di vento. Particolarmente colpite le zone del Casentino e del Valdarno dove sono molte le segnalazioni arrivate ai vigili del fuoco. A Badia Prataglia, nel comune di Poppi, una bomba d'acqua ha interessato la zona dove una struttura alberghiera è rimasta allagata. Sempre nell'area casentinese è segnalato un forte ingrossamento dell'Arno. Forti piogge anche in Valdichiana.

Sul versante romagnolo il violento nubifragio che si è abbattuto nell'entroterra cesenate ha causato diversi problemi. In particolare nel comune di San Piero in Bagno allagamenti in alcune zone della cittadina e nei pressi dello svincolo della E45.

Firenze, allagamenti e disagi dopo il forte temporale

Allerta anche al Sud. Il sindaco di Sarno, in provincia di Salerno, ha ordinato questa mattina in via precauzionale l'evacuazione dei residenti dell'area pedemontana. Il provvedimento, scattato alle 9, ha riguardato circa 200 persone. La decisione è stata presa in virtù di quanto accaduto domenica notte, quando le strade del centro storico sono state invase da fango e detriti venuti giù dal versante del monte Saretto, devastato da un incendio lo scorso 20 settembre.

Terremoto Salerno, magnitudo 3.4. Trema il golfo

 

Allerta meteo

Domani ancora allerta arancione in Abruzzo e Campania, gialla in altre 13 regioni.

Le previsioni meteo

Il mese di novembre sta mostrando la dura faccia dell'autunno, spiega IlMeteo.it. Già dal 1 novembre il maltempo ha cominciato ad interessare molte regioni, ora piogge, temporali e purtroppo nubifragi non molleranno la presa almeno per altri sette giorni.Gli esperti spiegano che già da oggi il tempo sarà di nuovo in peggioramento a causa dell'arrivo di una prima perturbazione che dispenserà rovesci e temporali al Nord e sulle regioni tirreniche dalla Toscana alla Campania, interessando anche la Sardegna. Domani il fronte perturbato insisterà ancora il Nord Est e in Lombardia, di nuovo sulle regioni tirreniche fino a influenzare anche il Sud. La neve inizierà a cadere sulle Alpi lombarde sopra i 1.600 metri. E nella seconda parte della settimana il tempo peggiorerà ulteriormente. Giovedì 7 novembre, mentre il maltempo intenso colpirà duramente Sicilia, Calabria e Puglia, un'altra perturbazione è pronta a bagnare il Nord Ovest. Venerdì 8 novembre sarà una giornata da lupi, con piogge abbondanti o molto abbondanti su tutto il Nord, sulla Toscana, sul Lazio, sulla Campania, in Umbria, in Sardegna. Il fronte instabile sarà alimentato da aria decisamente più fredda per cui la neve scenderà copiosa sulle Alpi sopra i 1.000 metri, sugli Appennini settentrionali oltre i 1.500 metri. Il team infine annuncia un'altra fase di maltempo attesa nel prossimo weekend.

La cartina di 3bmeteo