Neve sulle Dolomiti bellunesi: effetto natalizio a maggio (Ansa)
Neve sulle Dolomiti bellunesi: effetto natalizio a maggio (Ansa)

Roma, 5 maggio 2019 - A maggio, sulle Dolomiti, i 30 centimetri di neve che sono caduti nella notte non se li ricordavano. Ma il meteo è sempre più pazzo e, come ampiamente previsto, l'inverno ha dato un bel colpo di coda in tutta Italia, spodestando la primavera. Stamattina sembrava d'essersi svegliati a novembre.

Previsioni meteo, domani ancora neve. Quanto dura il freddo anomalo
Da Nord a Sud della Penisola, a farla da padrone è il freddo - oltre 10 gradi sotto la norma stagionale - accompagnato da temporali, venti forti e nevicate anche a bassa quota (in Valtellina tutto s'è imbiancato anche a 600 metri). 
E così, il cambiamento climatico si fa sentire con un'inversione delle stagioni: dopo un inverno secco e caldo, con temperature superiori alla media storica e un terzo di pioggia in meno in tutt'Italia, la primavera porta il gelo e gli acquazzoni. Un problema non da poco, visto che gli sbalzi termici rischiano di compromettere la raccolta di frutta e verdura, mentre venti forti e piogge copiose hanno sferzato la Lombardia, colpendo vigneti e serre. 

Forte vento, grandine e neve: il maltempo flagella la Lombardia

Neve sull'Appennino 



MORTO UN TURISTA TEDESCO - Un turista tedesco è morto questa mattina intorno alle 12,30 mentre stava praticando kitesurf nello Stagnone di Marsala, in provincia di Trapani. Stando alle prime ricostruzioni, l'uomo non aveva indossato le dotazioni di sicurezza, come giubbotto e caschetto, previste da una recente ordinanza della Capitaneria di porto. Stava per entrare in acqua quando, a causa del forte vento, la vela del kite si è gonfiata all'improvviso e lo ha sollevato, scaraventandolo con violenza contro il parabrezza di un'auto parcheggiata lungo la riva. Alla scena hanno assistito, impotenti, alcuni familiari. I soccorsi sono stati immediati, ma c'è stato nulla da fare. Sull'incidente ha avviato indagini la polizia. È il quarto incidente mortale dall'estate scorsa, in cui hanno perso la vita appassionati di kitesurf nello specchio d'acqua della riserva naturale 'Isole dello Stagnone di Marsala', dove sono numerosi gli appassionati che praticano questo sport.

DRAMMA NEL MANTOVANO - Cinque persone, tutte romene, sono finite con la loro auto nel Mincio nei pressi di Pozzolo. Quattro sono state salvate, mentre una risulta dispersa. Sul posto sono al lavoro da stamattina i sommozzatori dei vigili del fuoco, oltre a un elicottero, per le ricerche. I cinque sono residenti a Valeggio sul Mincio, nel veronese. Erano lì per pescare, ma le condizioni del tempo erano proibitive con pioggia e vento forte e i cinque hanno così deciso di ripararsi in auto. Il conducente si è distratto e non si è accorto che l'auto non aveva la marcia innestata. Così la vettura, lentamente, è scivolata nelle acque del Mincio. Le grida di aiuto sono state sentite da altri pescatori che hanno tratto in salvo quattro persone, mentre la quinta risulta al momento dispersa.

VERDI IN ALLARME - "Per favore non chiamatelo maltempo ma emergenza climatica che ormai è una vera questione di sicurezza nazionale e globale - è l'appello di Angelo Bonelli, coordinatore nazionale dei Verdi - La neve e la grandine che sta cadendo in queste ore e in piena primavera, provocando danni enormi all`agricoltura, non è solo un evento storico ma un chiaro segnale di come il clima sia cambiato".

DANNI AL NORD - La conta dei danni è lunga. Paura nella notte a Vigevano, dove violente raffiche di vento hanno causato la caduta di diversi calcinacci all'interno del duomo. Nessuno è rimasto ferito ma la chiesa è stata chiusa. Le intemperie non hanno risparmiato la provincia di Varese. Qui gli interventi dei vigili del fuoco, nella sola mattinata di domenica, sono stati oltre 20. In particolare a Cittiglio il vento ha scoperchiato uno dei padiglioni dell'ospedale. 
Forti grandinate invece nel Veronese: gli interventi dei soccorritori sono stati circa 40 per allagamenti e alberi caduti. 
Cattive notizie per l'inizio della seconda settimana di maggio: al Nord è previsto bel tempo - fatta eccezione per qualche nevicata oltre i 700-800 metri - mentre al Centro, al Sud e nelle Isole non mancheranno nubi e precipitazioni. 

Maltempo anche in provincia di Alessandria con vento forte, temporali e aria fredda con un repentino calo delle temperature. La neve è caduta sull'Appennino Ligure-Piemonte a quote molto basse per l'inizio di maggio, a 5-600 metri nelle valli Orba, Curone e Borbera, sui bacini di spartiacque tra Liguria e Piemonte. Pioggia in pianura e in collina sul basso Monferrato, con valori tra 4 e 7 gradi. Alberi abbattuti dal forte vento in molte zone del Piemonte: a Trecate (Novara) la caduta di una pianta ha causato il ferimento di un vigile del fuoco.

false

VENETO NATALIZIO - Capitolo a parte per la neve: il Veneto sta vivendo il suo inverno-bis nella prima domenica di maggio, con nevicate e temperature sotto zero in montagna, vento e pioggia sferzante nelle città. Un clima quasi natalizio su Dolomiti e Prealpi che oggi, dai 7-800 metri in su, si sono risvegliate completamente imbiancate, e con fenomeni ancora in corso. 
Sui passi e nelle aree in quota il manto di neve fresca supera i 30-40 centimetri; la nevicata ha interessato anche Cortina d'Ampezzo, 5 cm, Asiago, 10, e in modo più consistente Arabba, 30 cm, e Sappada, 20. 

image