Roma, 5 febbraio 2020 - Un vento fortissimo sta spazzando l'Italia da nord a sud e sta provocando disagi e danni (alberi caduti, tegole pericolanti, pali della luce crollati) e la chiusura delle scuole in Irpinia e domani a Napoli. I meteorologi parlano di una discesa di aria fredda di origine polare che entra sul Mediterraneo sotto froma di tramontana forte con raffiche fino a 100 chilometri orari e oltre: punta massima sulle montagne dell'Alto Adige dove si sono sfiorati i 150 chilometri l'ora (la temperatura più bassa, -21, è stata registrata a quota 3.399 metri a Cima Libera (Vipiteno) ai confini con l'Austria. La neve sta scendendo fino alle quote collinari sull'Appennino centro-meridionale e fino a valle sui confini alpini. Liguria e Pugliano le regini più colpite. A Bologna un anziano ha perso l'equilibrio ed ha battuto la testa: è grave. Momenti di paura a Palermo dove, a causa del forte vento che da ieri soffia su tutta la zona, un palo della luce si è abbattuto su diverse auto posteggiate. Capri isolata. Disagi all'aeroporto di Pescara dove sono stati cancellati alcuni voli. E' tornata la neve in Calabria. Allerta nel Lazio per il vento fino a domani (giovedì).

Clima. Gennaio bollente, il più caldo di sempre

La mappa di 3B Meteo

Burrasca in Liguria

E' atteso un nuovo rinforzo della ventilazione settentrionale nel corso della mattinata con valori fino a burrasca forte e raffiche di 70-80 km/h lungo le aree costiere. Saranno possibili, invece, raffiche superiori a 100 km/h sui rilievi. Progressiva attenuazione dei venti in serata a partire dalle aree costiere. Le raffiche più intense si stanno verificando proprio nelle ore mattutine: i valori piu' elevati a Casoni di Suvero (Zignago, La Spezia) con 139 km/h.

Traghetti bloccati in Puglia

Blooccati al largo a causa delle forti raffiche tre traghetti con un totale di 524 passeggeri e oltre duecento persone di equipaggio, oltre a due navi cargo. Le tre navi passeggeri sono la AF Francesca della Adria Ferries (168 viaggiatori e 60 componenti di equipaggio) e la Righel II della Ventouris Ferries (188 passeggeri e 49 equipaggio) provenienti da Durazzo (Albania) e la Superfast (168 passeggeri e 56 equipaggio) proveniente dalla Grecia. Hanno posto la prua rivolta a Nord cercando protezione al largo dei vicini porti di Trani, Molfetta e Manfredonia, in attesa che il vento scenda almeno a 30 nodi e possa consentire le manovre di ingresso e attracco nel porto di Bari. Interroti i collegamenti tra Vieste, manfredonia e isole Tremiti. Affondato un piccolo peschereccio ormeggiato all'isola di San Domino.

Sempre in Puglia forti disagi anche a Lecce dove sono caduti calcinacci dalla facciata di un palazzo. I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza la zona. A Bari la ringhiera in metallo e vetro si è staccata da un balcone al quarto piano di una palazzina. Non ci sono feriti. Il Comune di Bari ha deciso di chiudere al pubblico parchi pubblici e cimiteri cittadini. Previste nevicate al di sopra dei 500-700 metri sulla Puglia settentrionale.

Neve sul Vesuvio

Vesuvio imbiancato dai primi fiocchi di neve: è lo spettacolo che si è mostrato questa mattina agli abitanti di Napoli e provincia.  Su Napoli e i comuni della fascia costiera al momento spira un vento freddo e le nuvole a tratti ricoprono la visuale del Vesuvio.

Scuole chiuse in Irpinia

Per la neve e il vento in alcuni comuni dell' Irpinia i sindaci hanno già disposto la chiusura delle scuole. Oggi e domani rimarranno chiusi gli istituti scolastici a Chiusano San Domenico, Vallata, Trevico, Vallesaccarda, Bisaccia, Torella dei Lombardi, Guardia Lombardi, Rocca San Felice, Sant'Angelo dei Lombardi e Teora.

Tormenta di neve in Lombardia

Il tratto lungo la strada statale 36 "Del Lago di Como e dello Spluga" è stato temporaneamente chiuso dal km 140,700 al km 147,000, a Madesimo (Sondrio), a causa di una tormenta di neve.

Le previsioni

Nel corso della serata, secondo gli esperti di meteo.it  il tempo migliorerà su tutte le regioni: l'anticiclone è pronto a riconquistare l'Italia riportando il bel tempo. Le temperature notturne scenderanno sotto lo zero su gran parte delle regioni almeno fino a venerdì. La Protezione civile prevede che vento e precipitazioni si attenueranno a partire da giovedì mattina.

Le previsioni nelle città: Bologna, Milano, Firenze