Previsioni meteo, neve sulle Alpi. Foto: Madonna di Campiglio il 19 novembre (Ansa)
Previsioni meteo, neve sulle Alpi. Foto: Madonna di Campiglio il 19 novembre (Ansa)

Roma, 23 novembre 2018 - Tutto come annunciato dalle previsioni meteo: il maltempo è arrivato sull'Italia con una perturbazione carica di pioggia e neve (sulle Alpi). Ed è solo l'inizio di una fase di maltempo che, quasi senza tregua, proseguirà anche durante la prossima settimana. Intanto, il weekend. L'ultimo fine settimana del mese di novembre - dice ilmeteo.it - sarà caratterizzato da brutto tempo su molte regioni italiane. In diverse zone sono attesi anche nubifragi. Gli esperti avvertono che sabato (mentre le ultime piogge abbandoneranno il Nord Est) sul mar Tirreno si andrà formando un vortice ciclonico e piogge e temporali interesseranno Toscana, Umbria e Lazio, Sardegna e Sicilia. Entro sera il tempo peggiorerà ulteriormente sul Lazio con piogge via via più intense, mentre le precipitazioni si estenderanno a tutto il Sud.

Previsioni meteo, weekend di maltempo. "Da martedì nuova irruzione fredda"

Il focus sulla neve in montagna

Il punto sulla neve di 3bmeteo.com

Domenica insisterà il maltempo: diffuso e molto forte sul Lazio con nubifragi, mareggiate e possibilità di trombe d'aria o marine. Piogge e temporali anche sul resto delle regioni centrali e meridionali, qualche pioggia tornerà a bagnare anche il Nord Est, specie lungo le coste. Nel pomeriggio è atteso un nuovo peggioramento del tempo al Nord Ovest e Sardegna. Le precipitazioni sulle regioni tirreniche centro-meridionali (e in particolare su Lazio e Campania) potranno risultare molto forti e con nubifragi creando anche disagi alla circolazione e allagamenti. Una nuova fase di maltempo è attesa nei primi due giorni della prossima settimana quando ancora una volta le regioni tirreniche centrali (Toscana e Lazio, ma anche Campania) saranno interessate da piogge abbondanti, venti forti e mareggiate.

Occhi puntati sulla Liguria. La Protezione Civile regionale ha diffuso un'allerta meteo arancione per temporali dalle 15 alla mezzanotte di oggi per la provincia di La Spezia e la parte orientale della provincia di Genova. Nelle stesse zone dalla mezzanotte di oggi alle 13 di domani l'allerta verrà declassata a gialla. Per la parte restante della provincia di Genova, capoluogo compreso e la fascia costiera della provincia di Savona è stata invece diramata un' allerta gialla fino alle 13 di domani.

Previsioni meteo, l'allerta della Protezione Civile

Secondo le previsioni del centro meteo Arpal, nella giornata di oggi sarà alta la probabilità di temporali forti, organizzati e persistenti, in particolare nel levante e nel centro della Liguria. Nella notte sono attese ancora piogge diffuse su tutto il territorio regionale, con un'alta probabilità di temporali forti nelle province di Genova e La Spezia. Nella mattinata di domani fenomeni in esaurimento a partire da ponente.

Ancora allerta maltempo in Veneto. Alla luce delle previsioni meteo emesse da Arpav, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione ha dichiarato lo Stato di attenzione su buona parte del territorio, valevole fino alle 14 di domenica 25 novembre. Lo Stato di Attenzione per criticità idraulica sulla rete principale, idraulica sulla rete secondaria, e geologica, è dichiarato per il bacino idrografico Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone e, per la sola rete idraulica principale, per il bacino Basso Brenta-Bacchiglione. Lo Stato di attenzione per criticità idraulica sulla rete secondaria e criticità geologica è inoltre dichiarato per i bacini Alto Piave, Piave Pedemontano, Adige-Garda-Monti Lessini. Le frane del Tessina a Chies d'Alpago e della Busa del Cristo a Perarolo di Cadore, dopo le abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi, sono soggette a monitoraggio specifico, con l'allerta rossa che permane nel Comune di Perarolo.