Mara Maionchi (Lapresse)
Mara Maionchi (Lapresse)

Milano, 12 ottobre 2018 – Alla sfida delle sedie di X Factor 12 De Gregori diventa rap e Mara s’infuria per una cover di De André. Nella seconda puntata dei Bootcamp del talent show di Sky Uno si scoprono le squadre di Mara Maionchi e Asia Argento: la prima seguirà gli Under Uomini, la seconda lascia in eredità a Lodo Guenzi (è il frontman dello Stato Sociale a prendere il suo posto in seguito al caso Bennett) i Gruppi. Nel primo Bootcamp, invece, gli Over erano stati assegnati a Fedez e le Under Donne a Manuel Agnelli.


Nel team Maionchi spicca Leo Gassman, il figlio e nipote d’arte che canta ‘Kurt Cobain’ di Brunori Sas. Per lui standing ovation del pubblico, complimenti da parte degli altri giudici eccetto Manuel Agnelli che lo ritiene troppo impostato localmente. In squadra entra Leonardo Parmeggiani – che alle Audizioni aveva ben interpretato Frank Sinatra - premiato dalla Maionchi per la sua timbrica e semplicità con la cover di ‘Stay’ di Post Malone. Sedia anche per Marco Anastasio, in arte Anastaio, che rivisita ‘Generale’ di De Gregori in chiave rap utilizzando delle liriche che emozionano i giudici e il pubblico. Nel team entra Emanuele Bertelli, il gigante buono con la voce potente che, accompagnandosi al pianoforte, propone ‘Location’ di Khalid. “Una voce così a X Factor non si era mai sentita” dice entusiasta la Maionchi.
In bilico fino all’ultimo momento, ma alla fine strappa una sedia Pierfrancesco Criscitiello, in arte Pjero, con ‘Father And Son’ di Cat Stevens. La squadra della Maionchi appare la più variegata e stimolante di tutte con tanto di possibile vincitore.

Nel team Argento ci soni i Red Bricks Foundation che portano un po’ di sound anni ’70 con ‘Someday’ del gruppo ‘The Strokes’. Sedia anche per gli Inquietude: la loro interpretazione di ‘Anna’ di Lucio Battisti non convince pienamente i giudici ma Asia premia il talento. La rivisitazione di un altro classico, ‘Amore che vieni, amore che vai’ di Fabrizio De André, invece, manda su tutte le furie la Maionchi. Il gruppo ‘Moiné’ riarrangia il pezzo che non piace molto alla Argento, mentre la Maionchi è platealmente infastidita. “Mara di è piaciuta questa versione electro milonga di De André?” chiede Asia. E la collega replica con un lapidario no. Poi aggiunge: Perché questo canto così disperato? Lui cantava con una semplicità… perché questa cosa da buttarsi sotto il treno?”

Nel team Argento c’è posto anche per i Seveso Casino Palace: la cantante Silvia aveva già colpito Asia durante le Audizioni per la voce con un graffio perfetto e la giusta rabbia. Stavolta la band propone in chiave metal ‘I Miss The Misery’ degli Halestorm e il pubblico va in delirio. Sedia anche per i Moka Stone che interpretano un pezzo dei Rage Against The Machine. “Un giudice come me ha bisogno di un gruppo come voi!” dichiara la Argento. L’ultimo posto disponibile va ai BowLand con una versione chillout ‘Maybe Tomorrow’ degli Stereophonics. A questo punto le squadre sono fatte, il prossimo step sono gli Home Visit in programma il 18 ottobre, sempre su Sky Uno.