Verona, 6 giugno 2018 – I  Wind Music Awards 2018 incoronano ‘re’ Claudio Baglioni, ma a dominare è la musica ‘trap’. La prima serata degli WMA2018 andata in scena all’Arena di Verona - trasmessa su Raiuno con la conduzione di Carlo Conti e Vanessa Incontrada - è stata una grande festa della musica italiana con l’assegnazione di una pioggia di premi agli artisti che, nel periodo maggio 2017 - maggio 2018, hanno sbancato con i loro album, singoli e live. Ecco tutti i premi.

Claudio Baglioni, mattatore del Festival di Sanremo 2018 e vicinissimo a tornare sul palco sanremese nel 2019, si è esibito in ‘Io sono qui’ e si è portato a casa i premi Fimi, Siae, Assomusica, Editori, premio speciale ‘Sanremo 2018 Rai’, premio Arena di Verona, WMa per l’album ‘Al Centro’ e WMA per la compilation ‘Sanremo 2018’.

Ben cinque premi ciascuno per Ghali e Sfera Ebbasta. Il primo vince il premio WMA per il disco ‘Album’ e per i singoli ‘Happy Days’, ‘Habibi’, ‘Ricchi dentro’ e ‘Cara Italia’, brano che ripropone durante la serata veronese. Il ‘re della trap’, come si definisce lo stesso Sfera Ebbasta, si aggiudica il premio WMA per l’album ‘Rockstar’ e per i singoli ‘Rockstar’ – che canta all’Arena -, ‘Tran tran’ e ‘Cupido’ e il premio speciale ‘digital’. Tre premi per un altro rapper Gué Pequeno: WMA per l’album ‘Gentleman’ e per i singoli ‘Milionario’ e ‘Lamborghini’ (e sul palco si esibisce proprio con la Lamborghini del momento, ovvero la bombastica Elettra, che sfoggia un micro-top argentato). Il rap di J-Ax e Fedez, reduci del sold out di San Siro, in confronto ai ‘nuovi’ rapper sembra preistoria tanto che la coppia vince solo un premio: WMA per il singolo ‘Sconosciuti da una vita’, anche se ‘Italiana’ si candida come tormentone dell’estate 2018.

L’artista pop più premiata è Laura Pausini che si porta a casa il premio WMA per l’album ‘Fatti sentire’, per il live e il premio speciale Assomusica. Ma la cantante che ha venduto più dischi lo scorso anno è Cristina D’Avena. La regina delle sigle dei cartoni animati scalda l’Arena con ‘Mila e Shiro’, i ‘Puffi’, ‘È quasi magia Johnny’, ‘Kiss me Lucia’ e ‘Occhi di Gatto’. Per lei il premio WMA per l’album ‘Duets’.

Sul palco dell’Arena anche i vincitori di Sanremo 2018: Ermal Meta riceve il premio WMA per il disco ‘Non abbiamo armi’, Fabrizio Moro per l’album ‘Parole, rumori e anni’. Il vincitore di Sanremo Giovani, Ultimo, invece, si prende il premio WMA per il disco ‘Peter Pan’.

Il giovane Thomas (uscito da ’Amici 2017’) vince il premio WMA per l’album ‘Oggi più che mai’, Benji & Fede per il disco ‘Siamo solo noise’ e per il live. L’habitué dei WMA, Emma, porta a casa il premio per l’album ‘Essere qui’, Zucchero per ‘Wanted ‘e per il live e Biagio Antonacci per l’album ‘Dediche e manie’, per il live e per il premio WMA speciale Siae.

Due riconoscimenti a Francesco Gabbani: il premio WMA per l’album ‘Magellano’ e per il singolo ‘Tra le granite e le granate’ che ripropone in versione acustica sul palco dell’Arena. The Giornalisti si aggiudicano il WMA per il singolo ‘Riccione’, Levante per il live e Madman per l’album ‘Back Home’. Infine, Takagi & Ketra vincono il WMA per il singolo ‘L’esercito del selfie’ e sul palco si esibiscono con Giusy Ferreri in ‘Amore e capoeira’ (altra canzone che si candida a diventare regina dell’estate). Rita Ora riceve il disco di platino per la canzone ‘Your Song’, mentre il pubblico (femminile) impazzisce per la performance di Lodo Guenzi in accappatoio che, con Lo Stato Sociale, canta ‘Una vita in vacanza’ e ‘Facile’.

La seconda serata dei Wind Music Awards 2018 si svolgerà stasera all’Arena di Verona e sarà trasmessa su Raiuno il 12 giugno.