Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
16 giu 2022

Viaggio misterioso lungo il fiume del tempo Il sogno di Tilda Swinton fra Thailandia e Colombia

16 giu 2022
silvio danese
Magazine

di Silvio Danese

Un paio di decenni fa ripetere a memoria e scrivere correttamente il suo nome e cognome senza controllare era una sfida tra festivalieri: Apichatpong Weerasethakul. Thailandese, il suo sguardo misterico, sconcertante e attraente, su una storia d’amore riflessa negli occhi di una tigre aveva meritato nel 2004 il Premio della Giuria a Cannes per Tropical Malady. Nel 2010 vinse invece la Palma d’oro lasciando lo spettatore in balia delle apparizioni dei fantasmi di un anziano morente, nella cultura buddista di ritorni e apparizioni di Lo zio Boonmee che si ricorda le vite precedenti (presidente di giuria era Tim Burton).

Con questo viaggio sul fiume del tempo, con una star sempre “cool” e autoriale come Tilda Swinton, l’anno scorso ha ritirato a Cannes un altro Premio della Giuria. In trasferta a Bogotà a trovare la sorella, insonne stabile, per raggiungere un’amica archeologa appassionata di resti umani Tilda naviga con un pescatore di incerta identità a tempo di ricordi. La lentezza può sembrare esasperante, bisogna invece abbandonarsi come e più dei precedenti film perché è, come dire, il messaggio, una sorta di spessa ipnosi nella quale perdersi e ritrovarsi. Distribuito da Mubi e Academy Two.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?