Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Economia Sport Motori Tech Magazine Moda Salute Itinerari

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Napoli: vita, cultura, cibo e storia sotto il Vesuvio

Stupore definisce con fedeltà l’impatto di Napoli sui turisti.

di FRANCESCO FORNI
Ultimo aggiornamento il 9 luglio 2018 alle 11:58
Napoli

Il Golfo, il Vesuvio, la storia e l’aria di una città che è stata anche capitale, ma soprattutto sempre un centro di cultura, di vita, che coinvolge lo stato d’animo di ogni visitatore. Una città indimenticabile. Senza dimenticare la pizza (patrimonio dell’Unesco) e gli spaghetti, il simbolo gastronomico universale della città. E anche dell’Italia.

Pompei ed Ercolano, uniche al mondo

Il grande vulcano troneggia alle spalle della città, a soli dieci chilometri. Meta turistica obbligata, assieme agli scavi di Pompei edErcolano, conservate dall’eruzione del 79 dopo Cristo. Una meta unica nel mondo, testimonianza storica e diretta di come erano le città al tempo dell’apogeo dell’impero romano.

In città da non perdere Piazza del Plebiscito, tipica meta di passeggiate e teatro di grandi concerti, con a fianco il Palazzo Reale e la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III.

L’emblema della città è probabilmente il Maschio Angioino, il cui vero nome è Castel Nuovo, che troneggia su Piazza del Municipio. Il castello risale al 1266, quando Carlo d’Angiò decise di spostare la capitale del regno da Palermo a Napoli. Residenza regale, ma anche punto di avvistamento sul mare. Nei secoli è stato oggetto di molte modifiche e riparazioni.

A piedi, altra meta obbligata è via San Biagio, nel cuore del centro storico. Chiamata “Spaccanapoli” perché letteralmente taglia in due la città. Le classiche pizzerie e pasticcerie partenopee si trovano lungo la via. Molto vicina anche a Via San Biagio, nota le caratteristiche botteghe del presepe.

La leggenda dell’uovo

Castel dell’Ovo è la più antica fortificazione della città. Conserva la leggenda secondo la quale il poeta Virgilio (considerato anche un mago nel Medio Evo) avrebbe nascosto un uovo all'interno di una gabbia nei sotterranei. A garanzia della solidità dello stesso. Sorge sull'antico Isolotto di Megaride.

Altri luoghi da non mancare sono la Galleria Umberto, il Teatro San Carlo, il Duomo e il Museo Archeologico Nazionale. Nel Golfo la perla è Capri, famosa per hotel, shopping e limoncello. La celeberrima Grotta Azzurra e i Faraglioni completano un quadro di un’isola che era meta turistica anche ai tempi della Magna Grecia e di Roma antica.

 

Napoli, lasciatevi sorprendere

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.