L'Isola di Pasqua - Foto: Mlenny/iStock
Se esiste qualcuno che può dare dei consigli di viaggio che vale la pena ascoltare, quello è Donald Maltby Parrish Jr., per tutti semplicemente Don. 73 anni, originario di una piccola cittadina dell'Illinois, ha dedicato gran parte della sua vita a girare ogni angolo della terra, prima per il suo lavoro in una compagnia telefonica, poi come pensionato. Ed è diventato così quello che oggi è forse l'uomo che ha viaggiato di più al mondo; c'è anche una pagina Wikipedia dedicata alle sue imprese.

IL VIAGGIATORE RECORD
Dal 1957 al 2011 Parrish ha visitato tutti i 193 stati membri delle Nazioni Unite e risulta ai vertici delle classifiche dei più autorevoli siti specializzati nel tenere traccia dei record di viaggio: ha completato la lista dei 327 stati e territori riconosciuti dal Traveler's Century Club ed è stato in 996 delle 1281 località della lista di Nomad Mania. Ha inoltre visitato 852 località sulle 874 (che coprono il 100% del mondo) elencate da Most Traveled People, fra cui 513 patrimoni dell'umanità UNESCO, affermandosi così come il primo assoluto fra i viaggiatori registrati sul sito.

I SUOI CONSIGLI DI VIAGGIO
Parrish è stato praticamente ovunque e non gli manca certo il metro di paragone per valutare le destinazioni più affascinanti del mondo. Sul suo sito elenca le sue preferite, escludendo i paesi del Nord America e dell'Europa: Egitto, Isola di Pasqua, Galapagos, Uzbekistan, Etiopia, l'isola giapponese di Iwo Jima, Cuba, Islanda, Buthan, Vietnam, Australia e Giappone.

È già una lista di ottimi spunti per i viaggiatori, ma in una recente intervista al Telegraph ha rivelato altre mete che lo hanno colpito per la loro particolarità e per le sfide che gli hanno posto di fronte. La Corea del Nord, per esempio, che definisce "un luogo bizzarro come nessun altro al mondo", oppure l'isola di Socotra al largo dello Yemen, habitat di un gran numero di specie animali e di alberi che vivono solo qui.

O ancora l'Isola Pitcairn dove si rifugiarono di ammutinati del Bounty, la città di Bosaso in Somalia, il Polo Sud, il Monte Athos in Grecia, l'arcipelago di Tristan da Cunha sperduto nell'Atlantico Meridionale, l'Isola Marion tra Sudafrica e Antartide, un luogo inospitale come pochi dove hanno messo piede solo mille persone da quando è stato scoperto.


Leggi anche:
- La tenda che puoi usare a terra, in aria e sull'acqua
- I 50 viaggi più belli da fare almeno una volta nella vita
- Quali sono i comportamenti più fastidiosi dei turisti?