Il terrore dei visitatori della Nightmares Fear Factory - Foto: www.nightmaresfearfactory
Il terrore dei visitatori della Nightmares Fear Factory - Foto: www.nightmaresfearfactory
Il nome è già un'anticipazione chiarissima di cosa attende chi osa varcare la sua soglia: la Nightmares Fear Factory di Niagara Falls, in Ontario (Canada), è considerata una delle case stregate più spaventose del Nord America, ed è quella in attività da più tempo con una storia di tre decenni filati di visitatori terrorizzati.

LA FABBRICA DEGLI INCUBI
La horror house sorge all'interno di un edificio che in passato ospitava una fabbrica di bare. Una cornice perfetta, resa ancora più inquietante da una leggenda secondo la quale nelle sue stanze si aggira il fantasma di Abraham Mortimer, il proprietario della fabbrica morto qui in un tragico incidente.

A differenza di altre case stregate, la Nightmares Fear Factory non punta sul classico immaginario horror condito da fiumi di sangue e splatter, ma su un terrore più psicologico e insidioso, senza rinunciare comunque a una bella dose di jump scare. I visitatori si addentrano nelle stanze della casa in coppia o in piccoli gruppi, avanzando immersi nel buio seguendo una traccia di luci rosse sul pavimento. Lungo il percorso saranno perseguitati da attori mascherati e voci spaventose e si troveranno ad affrontare situazioni ad alto tasso ansiogeno.

LA LISTA DEI FIFONI
Per completare l'attrazione servono 10-15 minuti, sempre che si abbia il fegato di arrivare fino all'uscita. Molti rinunciano prima: se la tensione diventa insopportabile, basta pronunciare in qualsiasi momento la parola di sicurezza "nightmares" per essere scortati fuori. Ma la fuga ha un prezzo: i pavidi finiscono nella Chicken List, la lista dei fifoni che ad oggi conta più di 150mila persone.

LE FOTO DELLA PAURA
La Nightmares Fear Factory ha trovato un'idea per farsi pubblicità semplice e a costo zero, ma molto efficace, che sta funzionando alla grande: pubblica sul suo sito e sulle sue pagine social le foto più divertenti dei visitatori terrorizzati. Le immagini vengono riprese in due punti dell'attraversata particolarmente intensi, in modo da immortalare i volti nel momento del massimo shock. I "sopravvissuti" possono comprarle all'uscita come souvenir dell'esperienza; le più divertenti finiscono in Rete.


Leggi anche:
- La casa stregata di 'Stranger Things' attende gli amanti del brivido
- Potremo bere cocktail spaziali nel bar di Star Wars
- Come andare in campeggio sul pianeta di Avatar, Disney World