Economia Sport Motori Tech Magazine Salute

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Il sorprendente hotel di Zaha Hadid ha aperto in Cina

Progettato dalla grande architetta, il Morpheus di Macao ha una struttura mozzafiato e offre agli ospiti un'esperienza di lusso 

Ultimo aggiornamento il 20 giugno 2018 alle 16:51
Il Morpheus - Foto: Bartosz Kolonko Photography/Melco Resorts & Entertainment Limited

Fresco di inaugurazione il 15 giugno, ha aperto i battenti a Macao il Morpheus: un hotel unico per concezione, destinato a conquistare un posto fra i più originali del mondo. È l'ultimo progetto della grande architetta di origine irachena Zaha Hadid, scomparsa nel 2016, portato a termine dal suo studio ZHA.

UN DESIGN SORPRENDENTE
Il Morpheus è il primo grattacielo del mondo sorretto da un esoscheletro esterno: una griglia di acciaio avvolge interamente i 42 piani dell'edificio, eliminando quasi del tutto la necessità di pilastri e muri portanti all'interno. Una soluzione che ha permesso di creare spazi interni vasti e ariosi, che si susseguono privi di separazioni e impedimenti visivi. Non è l'unica particolarità architettonica: l'hotel si incurva nel centro formando dei vuoti che lo passano da parte a parte, attraversati da ponti orizzontali che collegano le due "torri" principali. Ne risulta un aspetto fluido, quasi organico.

Il Morpheus è costato 1,1 miliardi di dollari e costituisce il gioiello della corona di City of Dreams, un enorme complesso dedicato all'intrattenimento che comprende altri quattro hotel, un casinò, due teatri, venti ristoranti e un centro commerciale.

UN HOTEL DI LUSSO
A disposizione degli ospiti ci sono 770 camere, fra cui alcuni attici super esclusivi all'ultimo piano, dotati di palestra e zona massaggi private. La spa, attrezzata con ogni genere di amenità per il benessere, ha anche un concept con neve vera; la piscina a cielo aperto si trova al quarantesimo piano, a 130 metri di altezza. Gli ascensori panoramici offrono una vista sia sull'esterno che sull'interno dell'hotel, e sono già di per sé un'attrazione. Ci sono poi un'area shopping con marchi di lusso, sale per il gioco d'azzardo (siamo pur sempre a Macao, la Las Vegas d'Oriente), una galleria d'arte moderna e due ristoranti firmati dallo chef pluristelllato Alain Ducasse, superstar della cucina internazionale.

Leggi anche:
- C'è una città fantasma del Far West in vendita (a poco)
- Il giro del mondo di lusso da 140mila dollari
- I posti più belli del mondo, paese per paese (ma sarà vero?)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.