Le regole da rispettare per i controlli di sicurezza in aeroporto sono tutto sommato poche e semplici e basta aver volato un paio di volte per prendere dimestichezza (anche se poi si assiste sempre a qualche maldestro tentativo di far passare bottiglie di shampoo da mezzo litro). Ma se i principi base su cosa è consentito mettere nel bagaglio a mano e cosa invece è vietato sono chiari, forse lo è meno come bisogna comportarsi con il cibo. Per esempio, posso portare un vasetto di salsa di pomodoro fatta in casa dalla nonna a mio cugino che vive a Londra?

LA REGOLA DEI 100 ML
È la norma a cui deve sottostare tutto ciò che rientra nella categoria "liquidi, aerosol e gel" (in termini tecnici accorpati con l'acronimo LAG): sono consentiti nel bagaglio a mano solo prodotti in contenitori di capacità non superiore a 100 ml, che devono entrare tutti comodamente in una singola busta trasparente e richiudibile della capacità massima di un litro. Fra questi prodotti rientrano creme, profumi, deodoranti, shampoo, dentifricio, schiuma da barba, trucchi, eccetera.

LE ECCEZIONI AI 100 ML
Nel caso di medicinali liquidi e degli alimenti per bambini (gli omogeneizzati) vale sempre il tetto dei 100 ml per contenitore, ma non c'è limite alla quantità totale che può essere portata nel bagaglio a mano, purché necessaria e non superiore alle esigenze del viaggio (che comprende i voli di andata e ritorno e il soggiorno all'estero).

GLI ALIMENTI VIETATI
Ed eccoci ai cibi: anche in questo caso vale il divieto dei 100 ml per tutti gli alimenti che possono essere assimilati ai liquidi. Per esempio, niente yogurt, creme come quelle di cioccolato, formaggi freschi (mozzarella, ricotta e simili), formaggi molli (tipo camembert) e formaggi spalmabili, olio, salse (passata di pomodoro, pesto…), maionese, sciroppi, miele, lattine o vasetti contenenti parte di liquido (olive, tonno). Oltre, ovviamente, a bottigliette d'acqua, bibite e alcolici.

GLI ALIMENTI CONSENTITI
Si fa eccezione per i condimenti dei panini: se il formaggio molle, una salsa o la crema al cioccolato sono spalmati in un sandwich, passano i controlli. Nessun problema per i formaggi a pasta dura (via libera al parmigiano), snack, biscotti, caffè macinato, pasta, salumi, frutta e verdura: tutti i cibi che non contengono liquidi sono ammessi. È bene però tenere presente che molti paesi pongono divieti all'ingresso su determinati alimenti, per quanto consentiti in partenza nel bagaglio a mano: per evitare di doverli buttare o di incorrere in sanzioni, meglio informarsi sulle norme di importazione locali prima di partire.


Leggi anche:
Interrail, come viaggiare in Europa in treno
Cosa sta sorvolando il nostro aereo? Ce lo dice una app
I 5 caffè storici più belli d'Europa