Malta ha annunciato un piano per attirare i visitatori quando riaprirà i confini
Malta ha annunciato un piano per attirare i visitatori quando riaprirà i confini

Chi prima arriva, meglio alloggia, letteralmente. Per lanciare la stagione estiva post-Covid, quando il 1° giugno riaprirà i confini ai visitatori, Malta mette sul piatto un allettante incentivo: i primi 35mila turisti riceveranno un bonus che potrà arrivare anche a duecento euro, a seconda del livello dell'hotel scelto.

Covid oggi: il bollettino del 13 aprile

Il governo dell'arcipelago ha annunciato lo stanziamento di 3,5 milioni di euro per questo progetto acchiappa-turisti, a supporto di un settore economico vitale che ha subito danni pesantissimi con il blocco degli spostamenti causato dalla pandemia. I visitatori che opteranno per un albergo a cinque stelle (che abbia aderito al piano) avranno diritto a 100 euro, che scendono a 75 per un quattro stelle e a 50 per un tre stelle. A loro volta gli hotel raddoppieranno la gratifica di tasca loro, e così alla fine si arriverà a 200 euro per un cinque stelle, 150 per un quattro stelle e 100 per un tre stelle. Chi poi sceglierà l'isola di Gozo, rispetto all'isola di Malta vera e propria, avrà un ulteriore 10% in più.

In questo modo, a parità di budget gli ospiti potranno migliorare la qualità della sistemazione, oppure aggiungere una notte extra. Il bonus verrà corrisposto direttamente dall'hotel e potrà essere speso sia per il pernottamento, sia al ristorante e al bar interni.

L'offerta è generosa, ma prevede comunque un paio di condizioni. Uno: bisogna fermarsi per un minimo di tre notti. Due: vale solo se si prenota direttamente presso la struttura e non attraverso le piattaforme di viaggio (che prendono dagli hotel una commissione intorno al 20%).


Leggi anche:
- Viaggi, le 10 mete più etiche da visitare dopo il Covid
- 'Makari' e la Sicilia, ecco i luoghi dove è stata girata la serie tv
- Viaggi dopo il Covid, una crociera sui 7 fiumi più belli d'Europa