10 mag 2022

"Vecchia non è mica un’offesa" Tre eterne ragazze on the road

Maionchi, Milo e Berti: un nuovo irresistibile trio al debutto su Sky il 19 maggio

piero degli antoni
Magazine

di Piero Degli Antoni

Le tre moschettiere. In ordine di apparizione: Mara Maionchi, Sandra Milo e Orietta Berti. Protagoniste di Quelle brave ragazze in onda su Sky Uno e su Now Tv dal 19 maggio. Un viaggio on the road sulle strade della Spagna con avventure, incontri, sorprese e soprattutto con le loro fluorescenti personalità. "Mi ha chiamato Mara", ha raccontato la produttrice, Ilaria Dalla Tana, "e mi ha detto: “Vorrei fare un programma con delle vecchie, potremmo chiamarlo Viaggio con le vecchie“". Ha spiegato Maionchi: "Mi sono detta: ma in tv c’è posto solo per le giovani e belle? A noi ci hanno fatto fuori? Così ho chiamato Orietta che conoscevo da tempo per chiederle se era disponibile. Il messaggio del programma è: finché c’è vita c’è speranza". Ha aggiunto Sandra Milo: "Volevamo dimostrare che qualunque donna può sempre ricominciare e avere successo. La parola vecchia è uno stato, non un’offesa".

Orietta: "Quando Mara me l’ha proposto ho pensato che era un’idea bellissima. Io non avevo mai viaggiato da sola, sarebbe stata una lezione di autonomia. E infatti da lei ho imparato l’autonomia: prima mi programmavano gli altri, adesso ho imparato a dire di no. Però le ho detto che avevo visto un programma inglese in cui tre attrici si raccontavano, e una di loro ha detto di aver accettato un film con un regista solo perché voleva andarci a letto. Ma dopo tre volte era rimasta delusa e quindi il secondo film non l’aveva più fatto. Allora ho detto a Mara che quelle cose andavano bene per gli inglesi, ma noi italiane non avremmo mai potuto raccontare cose di quel tipo...".

All’aeroporto, il giorno della partenza, le tre scatenate non sapevano dove sarebbero andate, perciò Orietta è arrivata con tre valigie, Sandra Milo con due ("una era solo di scarpe, tutte col tacco") e Mara con una sola, ma color fucsia. "Dovete sapere", ha raccontato Mara, "che Orietta, siccome non riesce a dormire, di notte si mette a lavare. Lava qualsiasi cosa, anche le scarpe. Se passi di lì lava anche a te". Berti ha confermato: "Lavare mi rilassa. Ma una notte Sandra ha aperto la mia porta e mi ha detto: “Basta con quest’acqua!“".

Momenti più terribili della registrazione (durata 3 settimane, per 6 puntate da 60 minuti)? Mara: "Salire e scendere dal van, e non solo per ragioni di equilibrio. Giravamo con un veicolo dipinto animalier nero e rosa, perciò la gente lo notava e si chiedeva: chi sta arrivando? Ma ci riconoscevano solo gli italiani". Altro cult: il flamenco. Orietta: "Io e Mara sembravamo delle venditrici di birra all’Oktoberfest di Monaco, Sandra invece è stata bravissima". Momento di terrore. La pesca della anguille. Orietta: "La barca ondeggiava, e io avevo paura perché non so nuotare. Sandra invece andava di qui e di là, sempre con le scarpe col tacco. Le ho detto: “Non facciamo mica le foto per Playmen“".

Capitolo età. Mara: "Stanotte ho fatto il conto, in tre abbiamo 248 anni". Sandra Milo: "Io ne ho quasi 90, ma voglio arrivare a 130" (e Mara: "Allora il prossimo programma lo farai da sola..."). Mara: "Vogliamo trasmettere la sensazione di portare i nostri anni con gioia. Siamo vecchie, non anziane". Orietta: "Speriamo che il programma vada bene, così ci fanno fare un’altra gita scolastica. Presto, però, perché i nostri anni si contano come quelli dei cani: uno vale sette". Ha sbagliato: loro sono come i gatti, sette vite ognuna.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?