Una grande soddisfazione. Il riconoscimento di un lavoro lungo 40 anni. Questo è lo spirito con cui Elvio Silvagni, presidente di Silver1, l’azienda calzaturiera di Coriano, tra Rimini e Riccione, che dal 2015 ha comprato il marchio Valleverde e che produce anche Rafting Goldstar e Biochic, dopo avere vinto con l’azienda Goldstar tutte le cause europee intentate da Birkenstock. Il marchio dei famosi ciabattoni tedeschi di recente è passato nel portafoglio del Gruppo LVMH di Bèrnard Arnault. "Un maldestro tentativo di Birkenstock di eliminare un concorrente per via giudiziaria è stato scongiurato: infatti i vari procedimenti di Birkenstock per registrare il disegno della suola come marchio di fabbrica sono stati respinti in tutti i tribunali europei coinvolti". Inizia così la lettera che la famiglia Silvagni, ha inviato ai propri clienti, retailers e punti vendita, per informarli di tutte le sentenze nei diversi tribunali europei che hanno visto vincitore il suo gruppo contro il colosso Birkenstock. Sono stati impugnati tutti i tentativi di Birkenstock sia di brevettare i modelli, che il disegno della suola come marchio di fabbrica. "Nei vari tribunali, ultimo quello di Parigi con la sentenza del 29 gennaio – spiega – abbiamo dimostrato che si tratta di una suola che utilizziamo da 40 anni, e che dunque possiamo usare in modo del tutto legittimo". Quest’ultimo verdetto ha semplicemente confermato quanto già stabilito dalla Corte di Giustizia Europea nella sentenza de 2018 e poi in Germania e nel Benelux. Una battaglia che durava da cinque, ha spiegato Silvagni,perché "pochi mesi dopo aver acquisito il marchio Valleverde è arrivata la citazione di Birkenstock nei confronti di Goldstar per l’utilizzo di un fondo con un disegno particolare sul battistrada. Noi siamo nati con quell’articolo, che ancora oggi è un bestseller". In azienda il presidente è affiancato dal figlio Paolo Silvagni e dalla moglie Margherita Montanari.

Silver1 in questi soli sei anni dall’acquisizione di Valleverde ha fatto miracoli, di vendite in Italia e all’estero, e di rilancio del brand sinonino della calzatura italiana di qualitù ad un prezzo democrativo, segno di una eccellenza accessibile vera. I modelli di questa collezione per la primavera-estate 2021 guardano anch’essi al futuro. Importantissimi appunto i fondi a tutta comodità e e i richiami al trend del momento come l’animalier per le collezioni femminili e i colori marrone e verde militare per quelle al maschile. Per Valleverde c’è uno sviluppo anche per gli accessori con oltre 60 modelli tra shopping bag, borse a mano, tracolline e piccola pelletteria abbinata.

Eva Desiderio