Domenica 14 Luglio 2024

Viaggiare senza passaporto, ecco le mete esotiche e le isole caraibiche dove non serve

Dalla Polinesia all’Oceano Indiano: tutte le destinazioni che si possono raggiungere portando con sé soltanto la carta d’identità. Quindici località da sogno

Roma, 11 luglio 2024 – Ottenere o rinnovare il passaporto può essere particolarmente complicato in Italia, dove i tempi d’attesa per il documento possono allungarsi fino a tre mesi in grandi città come Milano e Cagliari. Ma la buona notizia è che sono molte le mete esotiche che gli italiani possono raggiungere senza passaporto e, in alcuni casi, senza uscire formalmente dal territorio dell’Ue. Dal Nord Africa, ai Caraibi, all’Oceano Indiano, ecco tutte le destinazioni che si possono raggiungere portando con sé soltanto la carta d’identità. 

I cittadini europei possono viaggiare senza passaporto in diverse isole dei Caraibi.
I cittadini europei possono viaggiare senza passaporto in diverse isole dei Caraibi.

Vamos-Vacanze.it, tour operator specializzato in crociere per single, ha stilato un elenco di mete esotiche in cui, per viaggiare, basta la carta d’identità. L’idea, spiegano gli operatori turistici, nasce proprio dalle difficoltà legate alle “lungaggini per il rinnovo” del passaporto che molti lamentano. Sono molte le segnalazioni ricevute e la travel agency ha verificato di persona: “Abbiamo provato anche noi più volte ad accedere al portale, ma non ci siamo riusciti: la schermata rimaneva bianca. È evidente che qualcosa non sta funzionando”. 

“Ma non avere il passaporto non implica necessariamente rinunciare a scoprire posti nuovi lontano da casa”, spiegano da Vamos-Vacanze, “anche in altri continenti”. Ci sono le mete nordafricane della Tunisia, dove visitare le splendide Hammamet o Djerba, e dell’Egitto – dove però serve il visto di ingresso. Ma ci sono anche i territori d’oltremare dei Paesi dell’Unione Europea: la Francia, ad esempio, conta ben 13 possibili destinazioni in tutto il mondo. Si tratta di territori che sono del tutto soggetti alle leggi francesi e in cui i cittadini europei possono viaggiare senza passaporto e senza visto. 

Tra i territori francesi extraeuropei ci sono molte isole: Saint Martin, Saint Barthelemy, Guadalupe e Martinica nei Caraibi, le isole dell’Oceano Indiano di Reunion e Mayotte, la Polinesia francese nel Pacifico meridionale, l’arcipelago polinesiano di Wallis e Futuna, Saint Pierre e Miquelon nell’Oceano Atlantico (vicino al Canada). A queste si aggiunge il territorio costiero sudamericano della Guyana francese

A queste mete, si aggiungono territori con alcune particolarità: il territorio della Nuova Caledonia, nell’Oceano Pacifico, che detiene uno status speciale con una maggiore autonomia, le Terre australi e antartiche francesi, che si trovano nell’Oceano Indiano vicino all’Antartide e non hanno una popolazione permanente, e l’isola di Clipperton, a largo del Messico, disabitata

Ma non solo la Francia può vantare delle terre esotiche: i Paesi Bassi hanno ben 6 territori d’oltremare, considerati come parte dell’Unione Europa, che sono delle splendide mete caraibiche. Tra queste, 3 sono paesi autonomi: si tratta delle isole di Curaçao, a nord del Venezuela, la celebre Aruba e l’isola di Sint Maarten. Le altre 3 mete sono invece ‘comuni speciali’: le isole di Bonaire, Sint Eustatius e Saba sono amministrate direttamente dal governo olandese.