Chi è convinto di riuscire a battere un grizzly a pugni, non ha mai visto un grizzly
Chi è convinto di riuscire a battere un grizzly a pugni, non ha mai visto un grizzly

In un angolo del ring, un uomo comune un po' troppo sicuro di sé. All'altro angolo, un grizzly. I bookmaker non accetterebbero nemmeno le scommesse su uno scontro simile, ma esiste un manipolo di persone che con sprezzo del pericolo (e del ridicolo) sono convinte di poter battere un orso, un gorilla o un coccodrillo in un combattimento a mani nude. Questa percentuale di temerari è uno dei risultati più curiosi di un sondaggio condotto dalla società di ricerche YouGov, che ha chiesto a 1224 adulti americani, uomini e donne, prima di eleggere le creature più forti del regno animale, e poi di indicare quali pensano di riuscire a stendere a colpi di schiaffi.

Animali vs. animali

Per determinare i pretendenti al titolo di più tosto, ai partecipanti sono stati mostrati sette accoppiamenti casuali da una lista di 34 contendenti (animali più essere umano) e dovevano dire quale dei due secondo loro avrebbe vinto in una lotta. In base alle risposte è stato calcolato il tasso di vittoria degli animali, ossia quante volte sono stati dati per trionfatori nei loro combattimenti. La corona di re della giungla è stata così assegnata all'elefante, che si è portato a casa lo scalpo dell'avversario il 74% delle volte. Pari percentuale, ma distaccato di una frazione, il rinoceronte, poi si impongono il grizzly (73%), la tigre (70%), l'ippopotamo (69%), il leone (68%) e il coccodrillo (67%). Chance di successo risibili invece per l'essere umano senza armi (17%) e l'oca (14%), sostanzialmente spacciati.

Uomo vs. animali

Dopodiché, ristretta la lista dei combattenti, ai partecipanti è stato chiesto di indicare gli animali che credono di riuscire a sconfiggere in un confronto fisico. Il più facile da affrontare è il ratto, che il 72% si è detto certo di mettere KO. Il che, d'altro canto, significa che quasi un terzo degli intervistati teme che uscirebbe sconfitto da uno scontro con un roditore. Abbordabili, ma a quanto pare l'esito non è scontato nemmeno in questi casi, il gatto (69%) e l'oca (61%). Più aumenta la pericolosità degli avversari, più si riduce il manipolo di valorosi: il 9% è sicuro che se la caverebbe contro un coccodrillo, l'8% contro un gorilla, un elefante o un leone, il 6% contro un grizzly. Sarebbe interessante vederli all'opera.